il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

I ricchi

I ricchi

(18 Dicembre 2009) Enzo Apicella
A Copenaghen la 15° Conferenza ONU sul Clima

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il saccheggio del territorio)

Vicenza ovest: 250 persone in corteo, uniti e inflessibili per fermare i cantieri incoscienti

(22 Marzo 2016)

pomari 19 marzo tris

"Parco Subito!", questo è lo slogan che si è levato a gran voce il 19 marzo quando si è tenuta nelle strade tra S. Lazzaro e i Pomari la grande manifestazione voluta ed organizzata dal comitato in seguito all'assemblea popolare dello scorso febbraio. A fronte di una partecipazione di oltre 250 persone, fra attivisti, famiglie, studenti, simpatizzanti e solidali appartenenti ad altre associazioni e comitati attivi per la salvaguardia dell'ambiente, siamo pienamente soddisfatti dello svolgimento del corteo contro un piano di cementificazione inutile e scellerato il cui fantasma torna a disturbare il sonno degli abitanti di Vicenza Ovest nonostante sia defunto dallo scorso 11 marzo.

Dalla manifestazione è emersa la ferma contrarietà ad ogni progetto di cementificazione e ad ogni altro piano che preveda il sacrificio di spazi, salute e futuro di ogni abitante della città, per tutelare gli interessi delle grandi imprese di costruzione. Abbiamo ribadito l'assurdità nelle interpretazioni delle norme in materia edilizia che prevedono il mantenimento dei diritti edificatori da parte dei privati nonostante i piani siano scaduti e i privati si siano mostrati parzialmente inadempienti rispetto alle convenzioni del Piruea Pomari: questi non sono diritti edificatori, questi sono privilegi e privilegio significa disparità e ingiustizia.

La voce dei Pomari non può essere fermata, né dai giochetti politici, né dai trucchi dell'informazione locale che talvolta passa sotto silenzio importantissimi temi dell'urbanistica per favorire articoli xenofobi confezionati ad hoc per attirare i lettori a scapito della qualità del giornalismo, né tanto meno da un piano ormai decaduto che Incos pretende di portare avanti nonostante l'illogicità di questa corsa al cemento destinata a soffocare il futuro di tutti. Ne tengano conto Giunta Comunale e Incos Italia.

La manifestazione del 19 marzo ci dà la forza per continuare, uniti e inflessibili, verso il perseguimento del nostro obiettivo: fermare il cemento, ai Pomari e altrove.


Vicenza, 22 marzo 2016

COMITATO POMARI

8897