il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Finanziamo le "missioni di pace"

Finanziamo le

(28 Luglio 2011) Enzo Apicella
Il Senato ha approvato con 269 voti a favore, 12 contrari e un astenuto il decreto che rifinanzia fino alla fine dell'anno le "missioni di pace" all'estero

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Imperialismo e guerra:: Altre notizie

BOBBY SANDS, NON MUORE MAI CHI VOLA NEL VENTO

(6 Maggio 2016)

Bobby Sands

Ero a Belfast nel maggio del 1981, insieme ad altri giovanissimi compagni venuti dall'Italia per dare la propria solidarietà ai prigionieri politici irlandesi dell'IRA e di INLA che avevano seguito il loro Comandante nella scelta di combattere la Lady di Ferro e l'occupazione inglese lasciandosi morire. nelle supercarceri del nord Irlanda
Bobby Sands, il Poeta, il Comandante, il giovanissimo Volontario dell'IRA, il deputato eletto nel Parlamento della GB, il giovanissimo proletario nato e cresciuto nei ghetti repubblicani occupati nel Nord Irlanda, aveva deciso di essere il primo a mettere il suo corpo davanti allo strapotere e alle angherie dell'Impero Britannico, per rivendicare lo status di prigioniero per se e per tutti.

Uno sciopero della fame lunghissimo nei Blocchi speciali H a Long Kesh che smosse il mondo intero ma non scalfi minimamente l'infamità di chi governava allora la GB. Altri prigionieri repubblicani e socialisti, dopo il Comandante e Poeta Sands, seguirono il suo esempio lasciandosi morire per rivendicare il loro Status di prigionieri politici.
Bobby morì il 5 maggio del 1981 e a me, così come allora ed a distanza di 35 anni esatti, piace sempre ricordarlo come nella foto, ripresa anche su alcune magliette, in cui con i suoi lunghi capelli ci regala un meraviglioso e rassicurante sorriso.

Quello stesso sorriso che ci da ancora la forza, dopo tanti anni di lotta e di dolorose sconfitte, di continuare a lottare per poter cambiare lo stato di cose presenti.
In basso le nostre bandiere ed in alto i nostri pugni chiusi per Bobby Sands!
5 maggio 2016

Claudio Ortale - Rifondazione Comunista

5376