il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Per i tre operai della Fiat

Per i tre operai della Fiat

(25 Agosto 2010) Enzo Apicella
Melfi. La Fiat licenzia tre operai, il giudice del lavoro li reintegra, la Fiat li invita a rimanere a casa!

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Licenziamenti politici)

GLS, BERGAMO: GIU' LE MANI DAL S.I. COBAS!

(9 Maggio 2016)

gls bergamo 2

Alla GLS della provincia di Bergamo il padronato ha voluto la prova di forza.

Dopo avere da tempo preso di mira i lavoratori iscritti al SI COBAS e rifiutato ogni confronto sindacale, la cooperativa Prospect, che lavora per la GLS, è passata alle vie di fatto.

Mercoledì mattina, nel sito di Albino, il responsabile della suddetta, come sta avvenendo da un certo periodo di tempo, ha investito un gruppo di lavoratori aderenti al SICOBAS di ingiurie e minacce, addebitando loro inadempienze inesistenti.

Il giorno successivo, ai lavoratori è stato comunicato il loro licenziamento. Così come ad altri loro colleghi dei siti di Treviglio e Bergamo.
In tutto 23 licenziati, TUTTI ISCRITTI AL SICOBAS, gran parte dei quali ha appreso la notizia verbalmente e non per iscritto.

Nulla da meravigliarsi a fronte di una cooperativa che -complice la GLS- fa delle irregolarità in busta paga e del lavoro nero la sua prassi abitudinaria.
Un sindacato come il SICOBAS che lotta direttamente e senza compromessi contro queste realtà di super-sfruttamento non può essere “gradito” a padroni e padroncini, che in questo settore prosperano proprio con paghe di fame, col superlavoro, con lo schiavismo, con le discriminazioni più odiose.

Così, appena appresa la notizia, i lavoratori di Albino e quelli degli altri siti ieri sono scesi in sciopero con blocco ai cancelli, appoggiati dai compagni solidali della Kascina Autogestita, di No Austerity e di Alternativa Comunista.

Solo alle 15,30, quando la giornata di lotta aveva pagato, il blocco è stato rimosso; e solo “grazie” all' opera solerte della polizia, arrivata appositamente con un reparto anti-sommossa.

Venerdì 6 maggio, lo sciopero è ripreso con le stesse modalità per tutta la giornata, investendo principalmente la sede di Bergamo di via Grumello.
Nel primo pomeriggio ila mobilitazione è stata sospesa per una trattativa serale che purtroppo non ha sortito l'esito sperato ovvero il ritiro dei licenziamenti e quindi ritorneremo rapidamente ai cancelli.

NESSUNA MINACCIA CI PIEGHERA'!
REINTEGRO IMMEDIATO DI TUTTI I LICENZIATI!
LOTTA FINO ALLA VITTORIA!
GIU' LE MANI DAL SICOBAS!

Per approfondimenti:

RADIO ONDA D'URTO: BERGAMO: SCIOPERO E PICCHETTO ALLA GLS CONTRO 23 LICENZIAMENTI POLITICI

S.I. COBAS BERGAMO

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Licenziamenti politici»

Ultime notizie dell'autore «S.I. Cobas - Sindacato Intercategoriale Lavoratori Autorganizzati»

6467