il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Correva l'ano...

Correva l'ano...

(31 Dicembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Senza casa mai più!)

Casa: il programma della Sindaca Raggi è generico e lacunoso

(2 Agosto 2016)

“Dal programma della Sindaca Raggi pochi spunti e troppa genericità, positivo il richiamo all’autorecupero. La questione casa in capo a troppi assessorati, senza un reale coordinamento si finisce con il vanificare anche i buoni intendimenti. Mancano tempi e obiettivi certi. Sbagliato affermare che dal 2014 ci sia stato il boom degli sfratti per morosità incolpevole, è dal 2008".

unioneinquilini

Abbiamo letto con attenzione le Linee programmatiche 2016-2021 per il governo di Roma Capitale, illustrato dalla Sindaca Raggi in Consiglio comunale, in particolare il punto 10.5 a pagina 37 , “Tutela diritti all’abitare”. Aldilà della genericità del contenuto, in quanto abbiamo riscontrato l’assoluta assenza di obiettivi e tempistica, segnaliamo come positivo il richiamo alla volontà di avvio di progetti di autorecupero e di monitoraggio e recupero del patrimonio pubblico dopo una ricognizione.

Non condividiamo il continuare a definire la questione casa a Roma come emergenza abitativa, con, ad ora, 10.000 famiglie in graduatoria, 1500 famiglie che occupano immobili, circa 1400 famiglie collocate nei residence con una spesa per la collettività enorme e sulla cui chiusura nulla si dice nel programma, 8000 sentenze di sfratto emesse ogni anno, oltre 3000 sfratti eseguiti ogni anno con la forza pubblica, parlare ancora della casa come emergenza abitativa è un approccio culturale e a seguire programmatico errato.

Così come riteniamo sbagliato l’avere disperso le deleghe sul complesso della questione abitativa a tre assessori: Baldassare, Minenna e seppure indirettamente , Berdini.

L’Unione Inquilini ritiene che a Roma non ci sia una “ emergenza abitativa” ma una vasta precarietà abitativa che deve essere affrontata in maniera strutturale e programmatica.

A Roma servono almeno 10.000 alloggi di edilizia residenziale pubblica per affrontare tutte le questioni più rilevanti, a Roma serve attivare la Commissione graduazione sfratti, prevista da legge regionale e mai attuata, a Roma serve attuare le disposizioni vigenti e mai attuate integralmente e coerentemente sulla morosità incolpevole a partire dall’elenco delle famiglie da inviare al prefetto subito per graduare quegli sfratti come disposto dalla legge, utilizzando in pieno le risorse ad essi destinate.

Riteniamo la proposta programmatica ancora lacunosa ma siamo disponibili a collaborare con l’Amministrazione comunale, come riaffermato nell’incontro di circa una settimana fa con l’Assessora Baldassare ma serve una discontinuità con il passato, che ancora non vediamo. Se lo slogan dell’Amministrazione comunale è “ il vento sta cambiando” per ora possiamo solo dire che siamo allo spiffero.

Segreteria Unione Inquilini di Roma

3833