il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Miraggio

Miraggio

(25 Marzo 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

PCI MARINO: NO AI BOMBARDAMENTI IN LIBIA DI USA/NATO/UE/GOVERNO RENZI

(6 Agosto 2016)

La manifestazione nazionale di ieri contro i bombardamenti in Libia è stata indetta da PCI e PRC nazionali.
Una delegazione del PCI di Marino ha partecipato all'iniziativa di lotta contro le decisioni del Governo Renzi.

pci marino a montecitorio

Oggi, 6 agosto è la triste ricorrenza del bombardamento di Hiroshima con la prima bomba atomica utilizzata in un conflitto (71 anni fa uno sgancio, 130.000 morti in un colpo solo).

Purtroppo nella lunga esperienza dell’umanità, nella fase moderna, decine e centinaia di conflitti si sono succeduti, tutti al servizio di politiche imperialiste di cui si sono sempre avvantaggiati mercanti di armi, mercanti di beni e servizi da offrire ai vari “popoli liberati” dopo averli massacrati con bombe ed invasioni.

Ora, in questo 2016, in questo scorcio di ultime settimane, le volontà di USA/NATO/UE corroborati e serviti dal Governo italiano tramite le decisioni di Renzi mostrate dalle dichiarazioni del Ministro della Difesa Pinotti danno il via libera al bombardamento della Libia per poter “accontentare” tre pretendenti economici a cui serve che la Libia sia divisa in tre parti e non torni mai più nazione autonoma.

Com’era prevedibile, il nuovo attacco militare USA contro la Libia è cominciato. Il governo italiano ha già approvato i bombardamenti. A giorni, Sigonella potrà già essere la base di partenza dei raid USA e l’Italia è ad un passo dall’essere coinvolta sul piano militare.

Il PCI, che ha già avviato, sul piano nazionale, una campagna dal titolo inequivocabile (“Fuori l’Italia dalla NATO”), dice chiaramente “ NO” al nuovo intervento imperialista in Libia e invia a tutti i Coordinamenti nazionali provvisori un volantino da pubblicare nei siti, su facebook e far circolare in Rete; da utilizzare nelle piazze, nei mercati e nella mobilitazione contro la guerra.

Il periodo estivo non è dei più facili, ma – per l’importanza della questione – chiediamo ai compagni e alle compagne un sacrificio militante, affinché la linea del Partito contro la guerra sia fatta conoscere.

Per questo, seppur in piena estate, seppur in assenza di adeguata informazione e attenzione sui sempre più omologati e soggiogati mezzi di informazione; il Partito Comunista Italiano e Rifondazione Comunista, ieri, 5 agosto, hanno presidiato l’ingresso di piazza Montecitorio (Camera dei Deputati) con decine di partecipanti, con le bandiere rosse, per reclamare il rispetto della Costituzione italiana contro le politiche di guerra del Governo Renzi.

Alla manifestazione, ha partecipato anche una delegazione del PCI di Marino che ha significativamente legato il proprio striscione sulla transenna che divide la piazza Montecitorio dall’ingresso protetto della Camera dei Deputati.

La mobilitazione comunista continuerà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi.

No ai bombardamenti in Libia. Si alla pace e a politiche di cooperazione.

PCI MARINO

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

Ultime notizie dell'autore «Comunisti Italiani»

6238