il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio compagne

Addio compagne

(23 Febbraio 2010) Enzo Apicella
Il logo della campagna di tesseramento del prc 2010 è una scarpa col tacco a spillo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Memoria e progetto:: Altre notizie

LA CITTÀ FUTURA COMPIE DUE ANNI!
ABBIAMO BISOGNO DI TUTTO IL TUO SOSTEGNO.
SOSTIENI LCF

(10 Novembre 2016)

la città futura

Perchè la Città Futura
Da ormai oltre due anni La Città Futura, giornale comunista on-line, ha messo in campo la sua voce e il suo spazio di (contro)informazione, nel dilagare del “pensiero unico” fondato sugli indiscutibili interessi dell’impresa economica e della legge del profitto.

In un momento caratterizzato da enormi disparità sociali ed economiche aumentate per via della crisi capitalistica (su scala italiana, europea, mondiale), non abbiamo voluto rassegnarci alla debolezza e anche alla assenza degli strumenti necessari ad un progetto di trasformazione sociale. A partire dalla battaglia per la conoscenza, la consapevolezza e l’accesso a un’informazione critica, per la costruzione di un senso comune contrapposto a quello veicolato dall’attuale sistema mediatico. Per un utilizzo degli stessi strumenti della rete informatica per la connessione tra le diverse, e fin troppo scollegate tra loro, realtà di movimento e di antagonismo sociale anticapitalista.

Un giornale che, partendo da ciò che accade attorno a noi, riferisce, sottolinea e commenta con il preciso obiettivo di alimentare una nuova consapevole e convinta partecipazione tra le tante zone grigie e confuse di quella che è stata storicamente l’area della sinistra italiana, oggi sgretolata, infiacchita e dispersa in mille rivoli sempre più marginali e ininfluenti.

Qualche numero
E in questi mesi quella che era una scommessa ha fatto vedere i suoi risultati. La nostra presenza settimanale in rete è stata costante, tra poco raggiungeremo la pubblicazione n. 100, il nostro sito www.lacittafutura.it in questo lasso di tempo, ha raggiunto quasi un milione di visualizzazioni e 175.000 utenti (singoli IP) di cui il 37% affezionati lettori che tornano costantemente e il restante 63% ogni volta di nuovi visitatori. Col nostro giornalismo militante abbiamo cercato di mostrare, pur con poche risorse, cosa significa per noi un giornale comunista e un’informazione di classe. Uno strumento politico di riflessione, di inchiesta, di controinformazione, di denuncia, di analisi e di collegamento rivolto a tutti i soggetti che rivendicano una diversa realtà sociale.

Anche la nostra pagina facebook https://www.facebook.com/lacittafuturaonline testimonia che siamo ormai una piccola ma radicata realtà in questo panorama informativo con più di 6.000 iscritti e una copertura dei post settimanali mediamente di 16.000 visualizzazioni con una punta massima di oltre 120.000 nella prima settimana di marzo.

Le nuove sfide con il tuo contributo

Oggi questo progetto vuole compiere il suo passo più importante; passare dallo stato finora embrionale di un sito internet di informazione di classe (regolarmente registrato) a quello di una vera e propria testata giornalistica settimanale on-line. Tutti noi lavoriamo volonatriamente a questo progetto, ma non avendo finanziatori - e spendendo tutte le risorse delle sottoscrizioni già per garantire la pubblicazione costante, le spese amministrative ed i costi tecnici - abbiamo bisogno che questa affezione diventi sempre di più sostegno diffuso e partecipazione diretta.

Per questo ci rivolgiamo, in primo luogo, a tutti i nostri sostenitori, abbonati e lettori più fedeli chiedendo di farci arrivare suggerimenti, critiche, proposte, contributi inviandoli alla mail: info@lacittafutura.it

Ma questo implica ovviamente anche la necessità di mezzi economici che ancora non abbiamo, perché ancora non possiamo accedere ai fondi per l’editoria on-line, il nostro unico propellente è stato finora il lavoro generoso “donato” al progetto dalle compagne e dai compagni che hanno dato vita a La Città Futura.

Per questo è necessario l’aiuto di chi è già abbonato (rinnovandolo), di chi intende abbonarsi per la prima volta o chi semplicemente vuole contribuire con una piccola sottoscrizione per il nostro giornale, senza la quale ogni nostro progetto rimarrebbe velleitario.

Oltre a poter sottoscrivere una qualsiasi cifra come sostenitore de la città futura, se la tua sottoscrizione sarà di almeno €. 50 l’anno sarai considerato automaticamente abbonato e avrai dei diritti da “socio” come l’accesso a contenuti speciali riservati e in anteprima, una newsletter dedicata al nostro indirizzario, sconti riservati con alcune case editrici e la possibilità di interagire con la redazione: proponendo articoli o inchieste, partecipando a una riunione di redazione una volta l’anno, contribuendo ad alcune decisioni, con votazioni on-line, sulla gestione del giornale e linea editoriale.

Aspettiamo il vostro contributo e il vostro apporto per costruire insieme La Città Futura.
MANDA IL TUO CONTRIBUTO INTESTATO A:
“LA CITTA' FUTURA SOCIETA' COOPERATIVA”
IBAN:
IT84W0501803200000000196798

Specifica nella causale se si tratta di abbonamento oppure sottoscrizione per lcf

IMPORTANTE: spedisci una mail dell’avvenuto pagamento
(necessaria per l’attivazione dell’abbonamento) all’indirizzo: info@lacittafutura.it
L’abbonamento avrà validità 12 mesi dal giorno dell’attivazione.

La Redazione di LCF

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie dell'autore «La Città futura»

3232