il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Libro verde

Libro verde

(26 Agosto 2010) Enzo Apicella
"The Negro Motorist Green Book" era la guida che permetteva ai Neri di viaggiare negli Usa segregazionisti utilizzando le poche strutture (mezzi di trasporto, alberghi, ristoranti, negozi...) che non negavano loro l'accesso.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il nuovo ordine mondiale è guerra)

Fermiamo le guerre, ritiriamo le truppe in Iraq, fermiamo il terrore

Ordine del giorno del comitato direttivo della Cgil di Padova

(8 Luglio 2005)

Il Comitato Direttivo della CGIL di Padova condanna gli attentati messi in atto contro i lavoratori e i cittadini della città di Londra e si unisce al dolore delle tante famiglie colpite.

Nell’esprimere la nostra piena solidarietà alla popolazione colpita dagli attentati, vogliamo ricordare che è necessario agire con fermezza sia contro ogni forma di violenza, di barbarie e di terrorismo e dall’altra è necessario non dimenticare le altre vittime delle “guerre” non dichiarate. Per uscire dalla logica del terrorismo è fondamentale lavorare per ridurre le ingiustizie sociali soprattutto il divario economico fra il nord e il sud del mondo, favorendo una più equa ripartizione delle risorse.

Le bombe di Londra colpiscono anche noi, il nostro impegno a cambiare il mondo con la lotta pacifica e nonviolenta.

Ogni bomba, chiunque la faccia esplodere, è infatti un tentativo di costruire un mondo dominato dalla forza, dall'arbitrio e dal potere senza regole.

Alla logica di ingiustizia i movimenti sociali devono continuare a contrapporre, come è stato fatto in questi anni, la protesta democratica, la partecipazione di massa, la forza della mobilitazione sociale, civile e culturale.

Chiediamo alla CES di mobilitare i lavoratori europei per una risposta forte e decisa contro il terrorismo, la guerra e chi intende piegare con la violenza il futuro dei cittadini e dei lavoratori europei.

Il nostro continente deve reagire all'orrore dando una risposta forte contro la guerra dobbiamo uscire dalle logiche di guerra e d’ingiustizia che domina il pianeta. Non si deve reagire alla guerra con la guerra, ma con una scelta di civiltà, con la pace.

Nell’esprimere solidarietà alla popolazione della Gran Bretagna e a tutte le vittime delle guerre e del terrore ribadiamo con forza che c’è solo un modo per combattere la barbarie di cui questo mondo ingiusto è pieno e che ci sia solo un modo per garantire sicurezza alla nostra gente e per quella del mondo:

FERMIAMO LE GUERRE, RITIRIAMO LE TRUPPE IN IRAQ, FERMIAMO IL TERRORE, BASTA CON LE INGIUSTIZIE. PACE, DISARMO E CONVIVENZA CIVILE SONO LE UNICHE RISPOSTE CHE DOBBIAMO DARE PER AFFERMARE I DIRITTI E LA DEMOCRAZIA PER TUTTO IL MONDO.

Padova, 8 luglio 2005

Comitato direttivo della Cgil di Padova

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Ultime notizie dell'autore «CGIL»

6612