il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio mondo

Addio mondo

(13 Settembre 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Capitale e lavoro:: Altre notizie

FORMALBA, pagati 6 dei 9 mesi di stipendio scoperti.. ora che fine faranno le tredicesime? E per il 2017?

La Regione Lazio cosa aspetta per a mettere mano alla disastrosa gestione dei fondi pubblici? Che anche Formalba passi sotto il controllo del Tribunale?

(12 Dicembre 2016)

formalba

Insegnanti e personale tecnico e amministrativo continuano a lavorare e a garantire il diritto allo studio degli oltre 1.200 studenti nelle 7 sedi sparse in tutta la provincia di Roma, da qualche settimana hanno ricevuto sei mesi di stipendi arretrati, dei nove scoperti.

Dopo i tentativi di reprimere i lavoratori anche per la semplice richiesta di intervento delle istituzioni, questi stipendi sono arrivati giusto in tempo per non far esplodere la situazione.

E’, però chiaro a tutti che non ci sono raccomandazioni, né “santi da pregare” in questo ginepraio di collusioni partitiche ed interessi personali, non valgono gli oroscopi di chi ha già promesso tutto e non ha portato nulla di buono.

I lavoratori sono stati sempre la prima vittima sacrificale della malagestione di Albafor che potrebbe scaricarsi pesantemente sulla sua erede, Formalba.


Le società partecipate, come i Tribunali in tutto il paese stanno sentenziando, sono state il terreno di conquista della corruzione e dello sperpero dei fondi pubblici.

La privatizzazione del rapporto di lavoro,( dalla assunzione senza concorso, alla diversificazione dei contratti, da quello nazionale della formazione professionale alle partite IVA, al JobsAct, la libertà di controllo dei lavoratori da parte della dirigenza) ha consentito una “privatizzazione” fatta con i fondi pubblici, il meglio che un privato possa sperare!

In tutto questo la Scuola, quella in cui il paese costruisce il suo futuro perde non solo risorse importanti ma anche la funzione che la Costituzione le ha assegnato: tradisce immediatamente le sue finalità nel momento stesso in cui i docenti e il personale non vengono rispettati proprio dall’istituzione che dovrebbe “insegnare” il bene collettivo.

In attesa della pubblicazione della relazione del curatore fallimentare della Albafor, il Sindacato Generale di Base invita i lavoratori a non abbassare la guardia, di prendere contatto diretto con il sindacato, rifuggire dalle menzogne di chi ha generato questa situazione eppure dalle “rassicurazioni” di quanti, conoscendola, l’hanno coperta.



I lavoratori non hanno bisogno di “protettori”

ma di riscoprire la loro reale forza quando sono organizzati!

La Scuola di Albano, Marino, Pomezia, Valmontone, Velletri, Cecchina e Colleferro

deve tornare in pieno possesso e controllo della collettività!

SGB

3797