il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Mercenari di Berlusconi

Mercenari di Berlusconi

(28 Febbraio 2011) Enzo Apicella
Silvio Berlusconi difende la scuola cattolica contro quella pubblica che subirebbe l'influenza deleteria di ideologie che non rispettano la verità

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Senza casa mai più!)

Unione Inquilini: felici che Berdini faccia propria la nostra proposta di realizzare nuove case popolari recuperando le caserme dismesse

Ora aspettiamo i fatti. Raggi assegni a Berdini la delega alla casa

(30 Dicembre 2016)

unioneinquilini

Apprendiamo con favore le dichiarazioni dell’assessore all’urbanistica Paolo Berdini, che in una intervista al Corriere della Sera afferma di voler realizzare 10mila nuove case popolari riconvertendo ad uso abitativo le ex caserme.
Berdini, come riporta l’articolo, fa sue alcune richieste che come Unione Inquilini avanziamo inutilmente da anni e, con queste parole, conferma una posizione da lui già espressa un paio di mesi durante una nostra iniziativa in Campidoglio (e che allora venne incomprensibilmente ignorata dagli organi di informazione).
Ora aspettiamo che il Comune compia gli atti concreti necessari a dare un seguito agli annunci, a partire dall’attribuzione a Berdini di quella delega alle politiche abitative che il sindaco non è ancora riuscito a conferire.
Roma possiede un immenso patrimonio immobiliare abbandonato che potrebbe essere utilizzato per dare risposta ai gravi problemi abitativi della città in tempi ragionevoli e con costi contenuti.
Per superare la cosiddetta “emergenza”, sono necessarie scelte coraggiose come quelle annunciate da Berdini.
In queste ultime settimane, abbiamo già denunciato lo scandalo dell’inutilizzo dell’ex Forte Trionfale, ribadendo la nostra proposta di riconvertirlo ad uso abitativo-popolare sottraendolo così alle mire speculative di chi vorrebbe trasformarlo in un area residenziale privata.
Da anni diciamo che si possono realizzare nuove case popolari da assegnare a chi è in graduatoria da anni, senza consumo di suolo e utilizzando al meglio il patrimonio disponibile e ora il Campidoglio sembra darci ragione.
Potrebbe essere la “svolta” che i romani attendono da mesi, speriamo che le nostre e le loro speranze non vadano deluse.

Il segretario dell’Unione Inquilini di Roma
Guido Lanciano

3739