il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

"Incidenti"

(6 Novembre 2010) Enzo Apicella
Esplode la Eureco di Paderno Dugnano: sette operai feriti, quattro rischiano la vita. In Puglia tre morti sul lavoro nell'ultima settimana

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Di lavoro si muore)

Sciopero contro gli infortuni sul lavoro

Tre infortuni in tre ore alla Tenaris di Dalmine (BG)

(13 Aprile 2005)

Tre operai feriti, ustioni di secondo e terzo grado e una mano fratturata.
È il bilancio dei tre infortuni che si sono verificati in due diversi reparti della Tenaris Dalmine, martedì sera a Dalmine (BG), nel giro di due ore. Alle 21 al reparto "Prova idraulica" dello stabilimento di Sabbio, un lavoratore interinale ha riportato la frattura di un dito della mano e ferite sul braccio sinistro.
È stato portato ai Riuniti e giudicato guaribile in 35 giorni.

Due ore più tardi un capoturno e un operaio di 25 anni sono rimasti ustionati da una colata di acciaio liquido, che è esplosa all'interno di un forno dell'acciaieria.
I due se la sono cavata con 10 e 20 giorni di prognosi. L'operaio è stato comunque ricoverato ai Riuniti sotto osservazione.

Fiom Cigl e Uilm già nella notte avevano organizzato uno sciopero all'interno dell'acciaieria. Complessivamente tutti i turni hanno incrociato le braccia per due ore.

I sindacati hanno voluto sottolineare le condizioni precarie nelle quali si troverebbero a lavorare i dipendenti dell'azienda, soprattutto nelle acciaierie.

"L'infortunio nel quale sono rimasti feriti i nostri due colleghi - sottolinea Vincenzo Bertato, della Fim-Cisl - è stato provocato da una perdita di acqua nell'impianto che era già stata sottolineata da alcuni giorni e che è stata sottovalutata".

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Di lavoro si muore»

Ultime notizie dell'autore «Centro di documentazione e lotta - Roma»

3214