il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Picninc

Picninc

(20 Agosto 2013) Enzo Apciella

Tutte le vignette di Enzo Apciella

PRIMA PAGINA

  • Il Comune di Milano taglia quindici sezioni nelle materne: "Calo delle nascite, sempre meno iscritti” dicono al Comune….ma sarà vero?
    Anche la situazione a ROMA CAPITALE, nel settore educativo-scolastico, ha delle criticità…
    (1 Luglio 2022)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    APPUNTAMENTI
    (Capitale e lavoro)

    SITI WEB
    (Dove và la CGIL?)

    La Fiom di Re David: contrattazione e conflitto democratico?

    (20 Luglio 2017)

    Francesca Re David

    Redazione di operai contro,

    l’erede di Landini alla direzione della FIOM riconferma che i dirigenti sindacali della FIOM sono sempre al servizio dei padroni.

    Vi invio alcune affermazioni dell’erede di Landini.

    – A partire da fine anni ’90, la legislazione del lavoro è andata tutta in quella direzione, all’insegna della precarizzazione del lavoro”. Un ritornello è stato la riduzione dei costi per le aziende: “Ma non è vero che le imprese assumono se il lavoro costa di meno: assumono se c’è produzione e possibilità sul mercato”.

    -: Oggi i lavoratori vengono subordinati e non viene riconosciuta una dignità per quello che fanno: proprio per questo bisogna rimettere al centro le persone, la legge si deve preoccupare di dare diritti alla parte più debole”.

    – La Carta dei diritti resta al centro dell’iniziativa della Cgil. La Fiom la sostiene con forza:

    – “Il nostro strumento di azione diretta è la contrattazione, insieme al conflitto democratico. Abbiamo appena riconquistato il contratto nazionale: non è una cosa di poco conto, significa avere un impianto che tiene dentro tutti i lavoratori metalmeccanici del paese.

    – Il nuovo contratto contiene molti elementi di innovazione, ha detto il segretario: “Un esempio su tutti, vengono introdotte 24 ore di formazione come diritto individuale dei lavoratori: questo significa che le aziende non possono più scegliere se farla o meno, da adesso tutti ne hanno diritto”. Una battuta infine sulla legge sulla rappresentanza: “Il tempo di farla è davvero arrivato, con l’obiettivo di rafforzare tutto il movimento sindacale”.

    L’erede di landini è peggio di landini

    Un operaio della FIOM

    operaicontro.it

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Ultime notizie del dossier «Dove và la CGIL?»

    Ultime notizie dell'autore «Operai contro-aslo»

    6367