il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Roma. Il Parlamento

Roma. Il Parlamento

(22 Novembre 2010) Enzo Apicella
Il vertice Nato di Lisbona decide di trasferire in Italia le atomiche americane che gli altri paesi europei non vogliono più

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Dove và la CGIL?)

La Fiom di Re David: contrattazione e conflitto democratico?

(20 Luglio 2017)

Francesca Re David

Redazione di operai contro,

l’erede di Landini alla direzione della FIOM riconferma che i dirigenti sindacali della FIOM sono sempre al servizio dei padroni.

Vi invio alcune affermazioni dell’erede di Landini.

– A partire da fine anni ’90, la legislazione del lavoro è andata tutta in quella direzione, all’insegna della precarizzazione del lavoro”. Un ritornello è stato la riduzione dei costi per le aziende: “Ma non è vero che le imprese assumono se il lavoro costa di meno: assumono se c’è produzione e possibilità sul mercato”.

-: Oggi i lavoratori vengono subordinati e non viene riconosciuta una dignità per quello che fanno: proprio per questo bisogna rimettere al centro le persone, la legge si deve preoccupare di dare diritti alla parte più debole”.

– La Carta dei diritti resta al centro dell’iniziativa della Cgil. La Fiom la sostiene con forza:

– “Il nostro strumento di azione diretta è la contrattazione, insieme al conflitto democratico. Abbiamo appena riconquistato il contratto nazionale: non è una cosa di poco conto, significa avere un impianto che tiene dentro tutti i lavoratori metalmeccanici del paese.

– Il nuovo contratto contiene molti elementi di innovazione, ha detto il segretario: “Un esempio su tutti, vengono introdotte 24 ore di formazione come diritto individuale dei lavoratori: questo significa che le aziende non possono più scegliere se farla o meno, da adesso tutti ne hanno diritto”. Una battuta infine sulla legge sulla rappresentanza: “Il tempo di farla è davvero arrivato, con l’obiettivo di rafforzare tutto il movimento sindacale”.

L’erede di landini è peggio di landini

Un operaio della FIOM

operaicontro.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Dove và la CGIL?»

Ultime notizie dell'autore «Operai contro-aslo»

3092