il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Morti bianche

Morti bianche

(1 Settembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(L'unico straniero è il capitalismo)

Roma, 26 luglio: un passaggio positivo nella battaglia per lo Ius soli

(26 Luglio 2017)

Zanda e rudy 3

Luigi Zanda tra Rudy Colongo e Juan Sandobal

Questa mattina, in Piazza delle Cinque Lune, a poca distanza dal Senato, s’è svolta una vivace manifestazione in favore dello Ius soli. Indetta dalla Cub Immigrazione, essa ha visto la partecipazione di diverse associazioni di immigrati, dell’Unione Inquilini e dei sindacalisti della Confederazione Unitaria di Base. Si è trattato certamente di un segnale incoraggiante, che pone le basi per iniziative ancor più partecipate in autunno. Del resto, l’idea di rivolgersi a tutte le realtà che si battono per lo ius soli per organizzare qualcosa di grosso è emersa con chiarezza negli interventi al megafono che hanno scandito la manifestazione. Alla quale si è avvicinata la senatrice Loredana De Petris (Gruppo Misto: componente Sinistra Italiana), che ha tenuto a ribadire il sostegno suo e dei suoi compagni al disegno di legge che riforma la cittadinanza in Italia. Una delegazione, poi, è stata ricevuta a Palazzo Madama da Luigi Zanda, Capogruppo del Partito Democratico al Senato. Questi ha ascoltato con attenzione le parole di Rudy Colongo della Cub Immigrazione, di Nicoletta Lagioia del gruppo dei coordinatori nazionali della Cub e di Juan Sandobal, presente sia a nome di Fopex (Forum Peruanos en el exterior Italia - Europa) che della Red Comunidad Andina.

Disponibile al dialogo, Zanda ha spiegato che il suo partito non intende rinunciare allo ius soli ma che è stato indotto a rallentarne l’iter a causa di problemi nella maggioranza, dovuti all’atteggiamento della forza di orientamento cattolico guidata da Angelino Alfano. Che, su questo argomento, non risulta allineata alle posizioni della Conferenza Episcopale Italiana, notoriamente favorevole al riconoscimento della nazionalità italiana per i figli degli immigrati nati qui. Per questo il senatore democratico auspica una maggiore pressione da parte del mondo cattolico, nelle sue componenti istituzionali come in quelle di base, in modo in modo da vincere le resistenze provenienti da una parte del governo. In ogni caso, egli ha ribadito l’impegno del Pd affinché il cammino parlamentare dello Ius soli si completi entro l’inizio della fase autunnale.

Come Cub Immigrazione valutiamo positivamente queste parole, ma non ci ridurremo al ruolo di semplici spettatori. La manifestazione di questa mattina ha lanciato un segnale preciso nel senso dello svolgimento di una forte mobilitazione alla ripresa della “stagione politica”. Se il Pd darà seguito alle sue promesse, tale spinta dal basso sarà un sostegno all’azione parlamentare, che così risulterà avere una base reale nella società civile. Nel caso contrario, la nostra lotta assumerà anche un carattere di denuncia dell’operato di chi – con le sue oscillazioni – spiana la strada a forze come la Lega che, ormai prive di progetto politico, giocano le proprie partite elettorali esclusivamente sulla diffusione di velenose bugie, come quella secondo cui l’introduzione dello Ius soli provocherebbe un aumento degli sbarchi.

Cub Immigrazione Roma

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «L'unico straniero è il capitalismo»

Ultime notizie dell'autore «Confederazione Unitaria di Base»

3636