il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

L'ombra nera

L'ombra nera

(20 Agosto 2012) Enzo Apicella
E' morto ieri il disoccupato Angelo di Carlo, che si era dato fuoco per protesta 8 giorni fa davanti a Montecitorio

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Lavoratori di troppo)

Vertenza Motori Minarelli: senza battaglia generale la sconfitta è inevitabile

(1 Dicembre 2017)

vertenza motori minarelli

Non si può e non si deve rimproverare nulla alle lavoratrici ed ai lavoratori della motori minarelli di Bologna ed alla loro RSU. Hanno combattuto una dura battaglia contro l'ennesima ristrutturazione che cancella occupazione e che mette a rischio la permanenza stessa dello stabilimento. Lo hanno fatto con coraggio e determinazione. Il bilancio della vertenza però ha il sapore amaro della sconfitta. Certo gli importi messi a disposizione come incentivo all'esodo sono significativi. Tuttavia l'azienda è passata, incassando la certezza dei licenziamenti.
Si può addebitare la responsabilità alla politica, all'indifferenza delle istituzioni o ancora all'insipienza del ministero dello sviluppo economico. Tutti elementi reali ma che, da soli, non giustificano la sconfitta e soprattutto non consentono di affrontare il vero nodo: il ruolo del sindacato. Senza la ripresa di una battaglia generale che imponga una diversa agenda alla politica ogni singola vertenza è destinata quasi inevitabilmente alla sconfitta, alla contrattazione del meno peggio. Riduzione dell'orario di lavoro a parità di salario, ricostruzione di un sistema di ammortizzatori sociali adeguato, lotta contro il Jobs Act, cancellazione della legge Fornero, obbligo sociale all'impresa multinazionale, nazionalizzazioni.
Questi i temi principali su cui un sindacato che volesse davvero rispondere ai lavoratori che lottano per difendere occupazione e fabbrica si deve impegnare.
Un sindacato che ha perso, per sua scelta, ogni ruolo antagonista rispetto al governo ed alle imprese non può che ridursi alla pratica della riduzione del danno. Come è noto tale pratica è il danno stesso, quello che alimenta rassegnazione, passività e perdita di ogni senso dell'iniziativa sindacale. Siamo vicini ai lavoratori ed alle lavoratrici della Motori Minarelli.
Lo siamo davvero senza se e senza ma.

Unione Sindacale di Base Lavoro Privato

4061