il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

GARANTIRE LA DISTINZIONE DEI RUOLI TRA MOVIMENTO POLITICO PER LE ELEZIONI E SOGGETTIVITA’ POLITICHE ORGANIZZATE CHE LO APPOGGIANO

(30 Dicembre 2017)

casa rossa

Se deve nascere una cosa rossa, dichiaratamente comunista e anticapitalista per queste elezioni noi pensiamo che debba essere una cosa orizzontale, non verticale, abusando della retorica si potrebbe dire sovietica. Certo un qualcuno che lancia il segnale c’è sempre e questo per quello che riguarda Potere al popolo è già avvento. Dopodiché saranno i compagni che producono iniziative nelle fabbriche e nei quartieri a costruire la cosa rossa. Perciò per noi è imprescindibile il confronto e l’ iniziativa collettiva sui territori, senza i quali non rimane che seguire la “locomotiva” di turno e i suoi tracciati. Ciò detto sappiamo benissimo che ogni proposta non nasce nel vuoto assoluto. Frazioni e frammenti di organizzazione politica esistono più o meno ampi, più o meno nazionali. In questa situazione elettorale però pur se contro natura: “non debbono prendere la testa del corteo”, pena la dispersione delle forze che ne conseguirebbe. Ogni organizzazione che si sente Partito ha il dovere di dire la sua, di portare le sue proposte, ma la distinzione tra soggetto Partito che interviene nel Movimento (la cosa rossa per le elezioni politiche) e il Movimento stesso deve essere chiara e senza equivoci. Anche la nostra Associazione ha da dire delle cose importanti, a Perugia l’abbiamo già fatto e continueremo a farlo la dove siamo realtà, con la stessa pratica e le stesse intenzioni politiche di quando interveniamo in una assemblea di fabbrica o in una riunione di quartiere. La distinzione dei ruoli tra Movimento politico per le elezioni e Soggettività politica organizzata però deve essere garantita. Assistiamo invece ad una, ogni giorno più marcata pratica, come si diceva una volta di: “mettere il proprio cappello” a questo Movimento politico per le elezioni a cui è stato dato il nome di Potere al popolo, attraverso l’identificazione del Movimento con persone, simboli, situazioni che richiamano in modo palese l’immaginario dei vari soggetti politici che hanno deciso di farvi parte.

CASA ROSSA Spoleto

2659