il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Salvate la Sanità

Salvate la Sanità

(28 Novembre 2012) Enzo Apicella
Secondo Monti il sistema sanitario nazionale è a rischio se non si trovano nuove risorse

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

No ai tagli del personale in sanità!

(15 Febbraio 2018)

logo usi siena

L’usi Sanità Toscana è molto preoccupata dalle notizia apparse sui maggiori quotidiani italiani " Tagli in arrivo al personale per Ospedali e Asl Regione Toscana" .
In sintesi i maggiori quotidiani scrivono: dovranno essere fatti sacrifici , soprattutto sul fronte del personale, per chiudere anche quest'anno il bilancio della sanità in pareggio.
La Regione Toscana dovrà risparmiare 45 milioni di euro grazie a una legge varata da Roma nel 2011 - che la spesa per i dipendenti dei sistemi sanitari deve essere uguale a quella del 2004 ridotta al 1.4%.
I tagli riguardano tutte le Asl e Ospedali del territorio Toscano.
L'Azienda Ospedaliera di Careggi si aggira sui 6 milioni di euro, l’Asl Toscana centro son 12 milioni di euro, mentre Pisa e Siena sui 10 milioni di euro.

Cosa comporterebbe tutto ciò?

Comporterebbe lo stravolgimento della sanità pubblica in toscana che si potrebbero verificare due linee o due elementi negativi a prescindere:
1) che le graduatorie dei concorsi resteranno bloccate quindi nessuna assunzione a tempo indeterminato e di conseguenza si avrà un ulteriore aumento dei carichi di lavoro da parte degli operatori con turni più massacranti degli attuali, che comporta è aggrava la salute degli operatori sanitari avendo conseguenze che si ripercuotono sulla salute dei cittadini dovute dalla poca lucidità e stress correlato.
2) prenderanno ad esempio dagli Enti Locali ( Case di Riposo, Rsa, Asp) che hanno esternalizzato interi reparti oppure intere strutture alle cooperative, quindi sarà facilmente plausibile che negli Ospedali e nelle Asl verranno esternalizzati vari reparti o corsie portando una bassa qualità di assistenza sanitaria quindi un piccolo risparmio delle suddette Aziende, spremendo i lavoratorii con turni massacranti, con turni spezzati pregiudicando anche la loro vita socio-familiare, con stipendi miseri ripercuotendo sulla salute degli operatori stessi ma soprattutto sui cittadini.

La sanità pubblica è senza dubbio allo sbando, L'Usi Sanità Toscana auspica che sia i lavoratori e sia i cittadini dovranno prendere coscienza unendosi per lottare contro questo scempio è che non dovrebbe compromettere la salute dei lavoratori/cittadini.

USI SANITA’ TOSCANA
Usi Sanità Siena
Usi Firenze di Careggi
Usi Lel di Carrara
Usi Sanità Pisa

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Sanità pubblica: rottamare per privatizzare»

2382