il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Rifugiato o clandestino?

Rifugiato o clandestino

(5 Aprile 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(La tolleranza zero)

LA SPOLETO ANTIRAZZISTA
DICE BASTA ALL’ODIO CONTRO I POVERI!

(30 Agosto 2018)

VENERDI’ 31 agosto ore 18
ingresso dell’ospedale, accanto alla palazzina Micheli, presidio della Spoleto antirazzista

Con il post inviato dal telefono di una dottoressa del pronto soccorso di Spoleto è stata superata la soglia di ciò che può essere tollerato in una società civile prima che si imbocchi una strada senza ritorno.
Nel post è scritto: “Non esistono diritti umani per quattro negracci” e ancora “ andrebbero annegati a largo”.
Se fosse il pensiero di qualche squilibrato non ci sarebbe da preoccuparsi più di tanto, se non per le persone che entrassero in contatto con chi scrive tali bassezze. Ma i “mi piace”, “ha fatto bene”, che arricchiscono l’impresa, parlano di una società malata che va curata al più presto.
Disumano e antisociale è chi disprezza il povero che fugge dalla guerra e dalla fame, chi gode nel calpestare chi arranca dentro una fossa, chi crea le sue fortune politiche sull’odio che nasce dall’ignoranza e dalla paura del diverso.
La nostra città non accetta questa barbarie, reagisce e si oppone al razzismo.
Lo stesso stanno facendo i lavoratori della sanità offesi e colpiti da tanta mostruosità.
La Spoleto civile vuole tutelare i diritti umani e sociali di tutti, dice basta, non si arrende alla banalità del male e chiama intorno a sé coloro che sono disposti a lottare per un mondo di liberi e uguali.

SPOLETO ANTIRAZZISTA

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La tolleranza zero»

2569