il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Auguri

Auguri

(8 Aprile 2012) Enzo Apicella
Nonostante la crisi il governo Monti ha deciso di procedere all'acquisto di 90 F35

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Parasubordinati: aumentano i numeri, calano i redditi

(21 Agosto 2005)

E' un esercito le cui fila si ingrossano di anno in anno, ma che vede calare in modo preoccupante i suoi redditi.

Si tratta dei co.co.co., passati, secondo un rapporto dell’Inps sulla gestione del fondo pensionistico per i parasubordinati, da poco meno di due milioni nel 2000 ai 3,3 milioni del 2004: un aumento del 75%. Che non corrisponde però ad un miglioramento delle retribuzioni: la retribuzione media dichiarata, infatti, è scesa, nello stesso periodo, da 9.700 a ottomila euro l'anno.

Il calo delle retribuzioni potrebbe però in parte ricondursi alla riduzione dei giorni lavorati e anche dei compensi medi, senza escludere la componente dell'evasione fiscale.

Mentre cala il reddito medio (-3.000 euro in tre anni, dal 2001 al 2004), nel 2004 è aumentato di tre punti, arrivando al 9,2%, il rapporto tra assegno e retribuzione.

Un valore che equivale però a una pensione standard di appena 734 euro annui.

Una cifra che si giustifica, secondo l’Inps, con la giovane età di questi lavoratori: circa l’80% degli iscritti al fondo supera i trent’anni, ma solo il 47% oltrepassa i quaranta.

I bassissimi assegni sono, quindi, conseguenza dei pochi anni di contributi versati, così come gli ingentissimi avanzi risentono della sproporzione tra base contributiva e beneficiari di pensione.

Un fenomeno, quello dei co.co.co., che interessa principalmente le regioni del Centro Nord: al primo posto la Lombardia (722mila), seguita da Lazio (387mila), Emilia-Romagna (316mila) e Veneto (300mila).

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «I «numeri» della lotta dei classe»

Ultime notizie dell'autore «Centro di documentazione e lotta - Roma»

3888