il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Sasà Bentivegna, Partigiano

Sasà Bentivegna, Partigiano

(3 Aprile 2012) Enzo Apicella
E' morto ieri a Roma Rosario Bentivegna, che nel 1944 prese parte all’azione di via Rasella contro il Battaglione delle SS Bozen.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Ora e sempre Resistenza)

75° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE DI SPOLETO DAL NAZIFASCISMO
14 GIUGNO 1944 – 14 GIUGNO 2019

(13 Giugno 2019)

75° liberazione Spoleto 2

Il 14 giugno 1944 i nazifascisti furono cacciati da Spoleto, inseguiti dalle forze partigiane che impedirono armi alla mano l’ultima offesa alla nostra città, la distruzione delle miniere di Morgnano.

Oggi ricorre il 75° anniversario di quell’evento.

La fine del regime fascista aprì le porte alla speranza per un mondo migliore, fondato sui principi di uguaglianza degli uomini e libertà dei popoli.

Per 75 anni uomini e donne d’Italia si sono battuti per questi ideali ma la battaglia allora vinta oggi è di nuovo in discussione. Molte delle conquiste fatte sono andate perse e quel che resta è in pericolo.

Non solo non ci rassegniamo ma siamo qui a dire con Antonio Gramsci che quando tutto è o pare perduto, bisogna rimettersi all'opera, ricominciando dall'inizio.

Il fascismo fu la dittatura sanguinaria di classe degli industriali e degli agrari, lo Stato delle leggi razziste, l’alleato dei criminali nazisti.

Abbiamo il dovere di impedire che un nuovo regime della barbarie, strumento dei potenti che hanno in mano i destini del mondo torni a calcare le strade del nostro paese.

La memoria è la vera ricchezza di ogni paese civile, non dimenticare i combattenti di 75 anni fa, significa tenere aperte le porte del futuro per una società di uguali e liberi.

SPOLETO ANTIFASCISTA

2354