il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Eric Hobsbawm

Eric Hobsbawm

(11 Ottobre 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Memoria e progetto)

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Memoria e progetto:: Altre notizie

IL MIO FIORE.
IL MIO IMPEGNO.
PER CARLO!

(19 Luglio 2019)

il  mio fiore per carlo

Carlo,
volevi un altro mondo possibile.

Spiace deluderti, Carlo,
ma il mondo è rimasto quello che ti ha ucciso.
Anzi, se possibile, è peggiorato.

Nel senso che non gli si oppone più nessuno,
o almeno non come sarebbe necessario.

Quasi tutti i guerrieri dei tuoi giorni dono tornati a casa, ormai abituati a sopravvivere.

Qualcuno, sul tuo corpo schiacciato,
si è sistemato,
ha fatto carriera,
fa lo smemorato,
e fa finta di vivere, bene.......

Lo so, è dura, un po' come la realtà.

Forse
sotto questa cenere c'è ancora un po' di brace.
Forse, Carlo, non ne sono sicuro.

Ma ci fosse anche solo un'altra possibilità,
per ricominciare a ballare sul mondo,
non la lascerò cadere.

Resto maleintenzionato a farlo a pezzi!

Pino



Il MIO FIORE, IL MIO IMPEGNO. PER CARLO!
( a Carlo, ragazzo caduto a Genova il 20 Luglio 2001 )

Nati per sognare
il mondo cambiare,
invece lui ci ha cambiato
cosi' sembra sia finito.

Dopo la grande glaciazione
ridotti a mandar giù il boccone,
la fine di ogni illusione,
la vittoria del padrone.

Delle sue idee
sulle nostre maree,
del suo mondo
sul nostro girotondo.

Hanno disoccupato le strade dai sogni
e dai nostri bisogni,
ci hanno ridotto all'abominio,
costringendoci nel condominio.

Hanno cancellato i colori,
abolito i nostri amori,
reprimendo il parapiglia,
rinchiudendoci in famiglia.

Pure ai ricordi hanno pensato,
ogni volo hanno cancellato,
la luna dal cielo stellato,
al dito ci hanno ridotto.

La nostra vita incarcerato,
ogni pensiero incasellato,
la ribellione incatenato,
le ali tagliato.

Un muro hanno costruito
dove l'anima hanno legato,
dall'abitudine a vista guardato,
dalla passività sopportato.

Tutto sembra sopito,
ma è solo addormentato,
basta un colpo sparato
ed il sonno sarà risvegliato!

La prossima volta andrà meglio,
supereremo lo scoglio,
torneranno i rumori,
il fuoco, i bagliori.

La luce squarcierà il consentito,
come un sipario strappato,
è l'evasione sarà
la nostra vera liberazione!

La notte lascerà spazio al giorno
noi oltre gli anelli di Saturno,
sarà il sole anticipatore
di un mondo migliore!

Pino ferroviere

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie dell'autore «Pino Ferroviere»

2341