il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Ecce Italia

Ecce Italia

(15 Novembre 2010) Enzo Apicella
Continua la protesta degli immigrati bresciani sulla gru contro la sanatoria truffa

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Capitale e lavoro:: Altre notizie

NEGLI ENTI LOCALI E NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ENTRA L'ESERCITO

(26 Agosto 2019)

Governo ed enti locali: "Cub Pubblico Impiego dice No all'utilizzo dell'esercito per sopperire alle carenze di organico negli enti locali e e nellla pubblica amministrazione. Necessario rivedere nefaste iniziative. Nel pubblico impiego c'è bisogno di immissione in ruolo di giovani e delle migliaia di precari della pubblica amministrazione, non di arruolati!"

cub pubblico impiego

Dichiarazione di Maria Teresa Turetta, Coordinatrice nazionale Pubblico Impiego
"NEGLI ENTI LOCALI E NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ENTRA L'ESERCITO. La Giunta Raggi ha fatto da apripista nel maggio scorso
Per sopperire alla grave carenza d'organico della Pubblica Amministrazione il governo giallo-verde ha pensato di utilizzare i militari dell'esercito, cosiddetti riservisti. Proprio così: è prevista la possibilità d’impiego di personale militare in ausiliaria nei vari enti pubblici, in particolare negli enti locali che, con i tagli governativi, non riescono più a gestire i servizi con il poco personale a disposizione. L'utilizzo di generali o militari in ausiliaria è approdato di recente anche al Comune di Roma, con l'amministrazione 5 Stelle, ma l'impiego dell'esercito si sta ampliando a macchia d'olio in tutte le amministrazioni pubbliche e negli enti locali di tutta Italia.
La Pubblica Amministrazione ha bisogno di organici sicuri e professionalità da rafforzare! CUB Pubblico Impiego denuncia queste soluzioni tampone, inutili e propagandistiche: è indispensabile l’immissione in ruolo di giovani e delle migliaia di precari della pubblica amministrazione, non di arruolati!


La gravità della situazione in cui versano tutti gli organici del Comune di Roma e dei tanti enti locali italiani, deve essere affrontata radicalmente, attraverso massicce assunzioni di personale, programmi di formazione continua, investimenti in strutture e strumenti di lavoro, politiche di welfare sociale, aumenti salariali consistenti per i dipendenti che recuperino davvero l’assenza decennale di rinnovi contrattuali!
Le risorse ci sono e vanno recuperate anche attraverso una vera lotta all’evasione fiscale e alla corruzione! "

26 agosto 2019

Maria Teresa Turetta coordinatrice nazionale
Cub Pubblico Impiego

996