il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

Partenope

Partenope

(31 Gennaio 2011) Enzo Apicella
Napoli: 14 indagati eccellenti, tra cui Antonio Bassolino, per lo sversamento del percolato delle discariche in mare

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

29 Novembre
QUARTO SCIOPERO GLOBALE PER IL CLIMA A ROMA

Corteo con partenza da Piazza della Repubblica e arrivo a Piazza del Popolo.

(27 Novembre 2019)

fff roma italia

Negli scorsi tre scioperi globali abbiamo invaso centinaia di piazze in tutto il mondo. Oggi più che mai non c'è tempo da perdere!

Senza azioni immediate da parte dei politici l'emergenza climatica non potrà che aggravarsi, portando alla moltiplicazione dei disastri ambientali. Saremo noi giovani a pagarne le conseguenze

Scendiamo in piazza per la quarta volta nel giorno del Black Friday.
I grandi marchi concedono sconti sui beni di consumo per incoraggiarci a comprare cose che normalmente non acquisteremmo. Dobbiamo cambiare questo modello insostenibile che distrugge l'ambiente per il profitto di pochi.
Manifestiamo inoltre in vista della COP25 che si svolgerà a Madrid, per denunciare l’attendismo e l’inattivismo dei governi di tutto il mondo.

Noi abbiamo le idee ben precise e chiediamo con determinazione:

-Un Decreto Clima che sia all’altezza della catastrofe climatica in cui ci troviamo. Non ci accontentiamo della proposta di facciata che il Governo ha recentemente promosso

-Lo stop dei finanziamenti ai combustibili fossili, all’estrattivismo feroce e ai sussidi alle fonti inquinanti, che devastano il nostro pianeta

-Lo stop alla produzione e vendita di armi. Il settore bellico è uno dei maggiori responsabili dell’inquinamento, oltre a macchiarsi di crimini e uccisioni, come recentemente accaduto con la vendita di armi italiane destinate alla guerra turca in Kurdistan

-Un PNIEC (Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima) che preveda finanziamenti ingenti per le azioni di mitigazione ed adattamento ai cambiamenti climatici, a partire dalla decarbonizzazione totale entro il 2025

-Misure idonee di prevenzione e intervento rispetto ai disastri climatici che stanno avvenendo in Italia recentemente e che avverranno sempre più spesso in futuro. Pretendiamo misure basate sul rispetto dei territori e degli abitanti, ci dichiariamo contrari a ogni grande opera inutile e dannosa

-Una soluzione al dramma dell’ILVA che si basi sulla riconversione ecologica della fabbrica e che preservi il posto di lavoro ai 10.700 dipendenti, uscendo dal ricatto salute, lavoro o ambiente.


Il cambiamento sta arrivando, che lo vogliate o meno!
Il nostro futuro vale più dei loro profitti!
Vi aspettiamo!

Fridaysforfuture-Roma

1654