il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Che Guevara

Che Guevara

(10 Ottobre 2008) Enzo Apicella
41 anni fa veniva assassinato dagli sgherri dell'imperialismo Ernesto Che Guevara

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Sul 99° anniversario della fondazione del P.Cd'It

Ricorre l'anniversario della fondazione del P.C.d’It. cui noi ci rifacciamo.

(23 Gennaio 2020)

Ne tracciamo uno schizzo storico-politico per ricordare a giovani e vecchie generazioni di lavoratori e di compagni gli scopi e il programma che lo hanno animato, la determinazione di lotta rivoluzionaria, il cammino drammatico percorso.

Il nuovo governo M5S-PD-LEU, nato in settembre dopo la fallita sortita della Lega sovranista di accentrare «pieni poteri», chiamato dal padronato neoliberista a gestire la stagnazione la crisi istituzionale il controllo dei giovani e dei proletari.
Si accelera la frammentazione e la ricombinazione delle formazioni parlamentari.
Tutte le avanguardie proletarie si organizzino nel partito rivoluzionario per abbattere il capitalismo spodestare il padronato instaurare il potere rosso.
Dal 1921 al 1926
Il P.C.d’It. nasce dalla scissione del Partito Socialista
Italiano. La scissione avviene sui famosi 21 punti di Mosca, che dettano le condizioni per l’ingresso nell’Internazionale
Comunista (I.C.), cioè nel partito mondiale della rivoluzione, e che delimitano in modo netto i rivoluzionari dai riformisti. Il P.C.d’It. si propone di guidare la classe operaia nella
lotta contro la borghesia per la dittatura del proletariato sul
piano interno e internazionale nella scia della Rivoluzione
d’Ottobre del 1917 in Russia. Esso fissa il programma in
questi 10 punti e principii: ...
leggi tutto link: (FILE PDF) https://www.rivoluzionecomunista.org/images/archivio/documenti/99annivPCdIt.pdf

RIVOLUZIONE COMUNISTA

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La nostra storia»

1600