il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Akropolis

Akropolis

(13 Febbraio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

15 Ottobre 2005 : contro la direttiva Bolkestein

giornata di mobilitazione europea

(28 Settembre 2005)

MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA
P.della Repubblica ore 15


PER LA DIFESA DEI DIRITTI SOCIALI E DEL LAVORO, PER I BENI COMUNI E I SERVIZI PUBBLICI, CONTRO LA DIRETTIVA BOLKESTEIN E GLI ACCORDI DELL'ORGANIZZAZIONE MONDIALE DEL COMMERCIO

Acqua, aria, energia, territorio, ambiente sono beni comuni naturali necessari alla sopravvivenza delle persone e alla stessa vita sulla Terra. Non possono divenire merci al servizio dei profitti delle multinazionali.

Casa, istruzione, salute, previdenza, trasporti, formazione, conoscenza e cultura sono beni comuni sociali, di cui i servizi pubblici rappresentano la garanzia di universalità. Non possono essere privatizzati e gestiti con logiche di profitto.

Trent'anni di pensiero unico liberista hanno trasformato i beni comuni ed i servizi pubblici in beni economici e i diritti universali in merci da comprare. Vogliono un orizzonte in cui ciascun individuo si trovi solo e proiettato sul mercato del lavoro in diretta competizione con tutti gli altri. Vogliono far scomparire ogni spazio pubblico e con esso i diritti sociali, del lavoro e di cittadinanza.

Oggi più che mai, diritti del lavoro, beni comuni e servizi pubblici sono sotto attacco:

a) a livello globale, attraverso i negoziati dell'Organizzazione Mondiale del Commercio, che spingono verso la completa liberalizzazione dei servizi (Gats) e verso la totale deregolamentazione del lavoro (Nama), consolidando il dominio dei paesi ricchi sul sud del mondo. Decisivi sotto questo aspetto saranno i prossimi appuntamenti di metà ottobre a Ginevra e di metà dicembre ad Honk Kong;

b) a livello europeo, attraverso la direttiva Bolkestein che si prefigge la privatizzazione di tutte le attività di servizio, la deregolamentazione e la completa precarizzazione delle prestazioni di lavoro attraverso il principio del paese d'origine, l'azzeramento dei poteri decisionali degli Enti Locali. Il voto del Parlamento Europeo sulla direttiva è previsto per fine ottobre;

c) a livello nazionale e locale, con l'avanzamento dei processi di privatizzazione e il deterioramento dei servizi pubblici, privati di risorse finanziarie e di personale, mentre aumentano senza soluzione di continuità le spese militari e di guerra.

E' ora di cambiare. E' ora di dire basta a questa continua sottrazione di diritti sociali e di cittadinanza. E' ora di dire basta alla precarizzazione del lavoro e della vita.

Per questo aderiamo alla giornata europea di mobilitazione promossa dalle reti di movimento e sindacali del FSE. Invitiamo a promuovere da subito in tutti i territori iniziative di sensibilizzazione e di mobilitazione. A tutte e tutti diamo appuntamento per una grande MANIFESTAZIONE NAZIONALE sabato 15 ottobre a Roma.

Per la difesa dei beni comuni e dei servizi pubblici, per la difesa dei diritti sociali e del lavoro. Per il ritiro della direttiva Bolkestein. Per il ritiro degli accordi dell'Organizzazione Mondiale del Commercio. Per fermare le politiche di privatizzazione e ridurre drasticamente le spese militari. Per un nuovo concetto di pubblico partecipato, che rilanci il ruolo del pubblico e la partecipazione democratica dei cittadini.

Durante la mattina del 15 (ore9-13), presso la Sala Giulio Cesare in Campidoglio, si terrà un Convegno Nazionale degli Enti Locali contro la Bolkestein e il Gats, promosso dagli Assessorati al Bilancio e alla Cultura della Regione Lazio, dalla Presidenza del Consiglio della Provincia di Roma e dall'Assessorato alle Politiche per le Periferie, lo Sviluppo Locale e il Lavoro del Comune di Roma. Al termine del Convegno, i rappresentanti degli Enti Locali partecipanti si uniranno alla manifestazione.

Promotori:

Campagna Nazionale "Stop Bolkestein! Stop Gats" - Arci - Attac Italia - Abruzzo Social Forum - Beati i Costruttori di Pace - Carta - CNS Ecologia Politica - Confederazione Cobas - Crbm - Filcem Cgil - Fiom Cgil - Flc Cgil - Forum Ambientalista - Forum per la democrazia costituzionale europea - Forum sociale del ponente genovese - Fp Cgil - Giovani comunisti/e - Giuristi Democratici Roma - Il Manifesto - Legambiente - Liberazione - Lunaria - Marcia mondiale delle donne - Pdci - Prc - Punto Rosso Forum Mondiale delle Alternative - Giampiero Rasimelli (portavoce Forum Terzo Settore) - Rete dei Forum e dei movimenti toscani - Rete Lilliput - Rete 28 aprile della Cgil - Rete Verso il Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua - Rivista Erre - S.in Cobas - Sult - Unione degli Studenti - Unione degli Universitari - Verdi

Aderenti:

Aprile per la sinistra - Ass. "A Sud" - Associazione Italia-Nicaragua - Associazione Rete Nuovo Municipio - Area Antagonista Campana - Bastaguerra - Brescia Social Forum - Centro diritti del Lavoro "P. Alò" Sinistra Europea -Collettivo operatori sociali Napoli - Comitato Fiorentino Fermiamo la Guerra - Comitato Italiano per il Contratto Mondiale dell'Acqua - Comitato Territoriale Savonese per il Contratto Mondiale dell'Acqua - Coordinamento Bergamasco Stop Bolkestein - Csoa Officina 99 Napoli - Failms centro sud - Fisac Cgil Provincia Latina - Giuristi Democratici Modena - Il Battito del mondo Laboratorio Okkupato Ska Napoli - Lavoro Società Cgil Lombardia - Mountain Wilderness Italia - Precari e precarie Napoli may day - Pmli - Progetto Comunista Prc - Social Forum Ponente Savonese - Sud Pontino Social Forum

Adesioni individuali:

Vittorio Agnoletto (europarlamentare Gue) - Silvio Gambino (università della Calabria) - Antonello Falomi (senatore "Il cantiere) - Luca Maniero (master università Bocconi) - Francesco Martone (senatore indipendente Prc) - Luciano Muhlbauer (consigliere regionale Prc Lombardia) - Roberto Musacchio (europarlamentare Gue) - Franco Ottaviano (presidente Casa delle Culture Roma)

adesioni a : 15ottobre@stopbolkestein.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La direttiva Bolkestein»

5523