il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

NO MUOS

NO MUOS

(10 Agosto 2013) Enzo Apicella
Un centinaio di manifestanti no-Muos è riuscito a sfondare la recinzione e ad entrare nella base militare americana di Niscemi, in Sicilia.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

Amianto: gli operai della ex Breda Fucine di Sesto San Giovanni vincono ancora.

L’INPS condannata per la seconda volta a riconoscere i benefici pensionistici ai lavoratori.

(8 Ottobre 2005)

Il giudice del lavoro dott. ssa Maria Cella, presidente della Sezione Lavoro del Tribunale di Monza, ha condannato oggi l’INPS a riconoscere i contributi previsti dalla legge sull’amianto a 7 operai del reparto Forgia della ex Breda Fucine di Sesto S.Giovanni.

Il giudice ha riconosciuto che gli operai sono stati esposti all’amianto in concentrazioni che possono ritenersi morbigene per quanto riguarda il mesotelioma della pleure, tipico tumore causato da questa sostanza (causando quindi ai lavoratori una aspettativa di vita minore rispetto alla media), e che l’esposizione ad amianto è stata pluriennale per tutti i lavoratori.

Questa sentenza favorevole agli operai della Breda Fucine (la prima è stata vinta da 6 lavoratori del reparto Trattamento Termico della ex Breda presso il Tribunale del Lavoro di Milano nel mese di aprile del 2005), è la seconda vittoria ottenuta nelle prime 7 cause che il nostro Comitato (attraverso gli avvocati Nicola Coccìa e Claudio Frugoni) ha istruito contro l’INPS e l’INAIL.
Entro l’anno altre 4 cause (due a Milano e due a Monza) - che riguardano decine di operai - andranno a sentenza, mentre altre sono in preparazione anche per il riconoscimento dei danni biologici derivanti dall’amianto che hanno provocato a diversi lavoratori gravi danni alla salute, come mesoteliomi, asbestosi e placche pleuriche.

Dopo 73 morti, 19 denunce penali archiviate, 2 processi penali (il secondo ha visto la condanna per omicidio colposo di 9 dirigenti della ex Breda, anche se la prescrizione li ha salvati), dopo anni di lotte, di manifestazioni, di proteste contro la Breda, i tribunali, l’INPS e l’INAIL che hanno visto la partecipazione di centinaia di operai, la verità storica comincia ad affermarsi timidamente anche nei tribunali.

Da anni l’INAIL ed il suo organismo tecnico preposto a valutare l’esposizione ad amianto (CONTARP) – che si sono ben guardati dal sanzionare l’uso criminale dell’amianto fatto dai padroni nelle fabbriche - continuano a comportarsi come la peggiore della assicurazione private negando ai lavoratori il riconoscimento dell’esposizione all’amianto ormai provata oltre ogni dubbio, e delle malattie professionali causate da questa sostanza cancerogena.

Oggi anche un tribunale civile riconosce, per la seconda volta, la fondatezza della nostra lotta, che continua perché tutti i lavoratori vittime della logica del profitto abbiano giustizia.

Sesto S.Giovanni, 6 ottobre 2005

Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio
Per contatti: cell. 335.7850799

6702