il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Il mio viaggio a scuola

Il mio viaggio a scuola

(17 Luglio 2011) Enzo Apicella
Cisgiordania notebook

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Marino/BiblioPop. In rete il riassunto video dell’iniziativa sul Donbass

Svoltasi in due tempi a causa della pioggia

(18 Giugno 2020)

Alberto Fazolo è un militante internazionalista. Ha partecipato alle campagne nazionali e internazionali in sostegno ai popoli dell'ex-Ucraina. Economista, esperto di Terzo Settore e giornalista, ha trascorso due anni della sua vita in Donbass svolgendo attività politica e umanitaria. Sabato 13 giugno è stato ospite dell’Associazione Acab, del Circolo di Italia Cuba di Marino e della locale sezione del PCI. L’appuntamento a S. Maria delle Mole, nell’ArenaBiblioPop, nonostante la pioggia – che dopo un po’ dall’inizio ha costretto, per volontà dei presenti, di continuare la presentazione all’interno di BiblioPop - ha avuto ugualmente luogo. La predisposizione precedente era stata ben preparata con la garanzia del distanziamento grazie alle sedie poste nel parco (adiacente a BiblioPop). L’evento è ora sul canale You Tube ( https://youtu.be/OQ89784vtbA ). La ripresa è stata fatta grazie a LabaroTV. Ovviamente il video integrale ha ripreso sia l’introduzione che brevi interventi e l’esposizione di Alberto Fazolo. Ma, per fruibilità della rete è stato scelto di racchiudere la diffusione al discorso iniziale del Presidente Acab, Sergio Santinelli, e alla sintesi – di oltre un’ora di esposizione - dell’autore del libro. Tra le cose qualificanti che danno il segno del contenuto del racconto di Fazolo, citiamo le parole di Alexey “Dobrij” Markov: «In Occidente, si cerca di non menzionare questo conflitto o di presentarlo soltanto come “l’aggressione della Federazione Russa contro l’Ucraina indipendente”. Così, nessuno ha ufficialmente condannato le esecuzioni di massa a Odessa e a Mariupol, i bombardamenti e i colpi di artiglieria lanciati contro città pacifiche, la morte di migliaia di civili, la maggior parte dei quali anziani, donne e bambini. […] Il relativismo morale dei governi occidentali mostra spensieratamente gli assassini fascisti dei battaglioni punitivi come “vittime dell'aggressione russa” e i residenti del sud-est ucraino, uccisi e torturati, come “terroristi e mercenari”. Per la maggior parte degli Europei, non è evidente il fatto che il nazismo, che essi stessi sono abituati a considerare come un passato lontano, abbia dato i suoi germogli velenosi proprio al loro fianco». Il segretario regionale del PCI, Oreste della Posta, ha ringraziato: “Sergio Santinelli, Mauro Avello e Stefano Enderle per l’impegno in questa e analoghe iniziative. – sottolineando – Iniziative che hanno ormai portato l’attenzione e l’apprezzamento della fucina BiblioPop, ben oltre i confini comunali e dell’area dei Castelli romani. Del resto – ha concluso Della Posta – promuovere attività culturale di livello, sociale di concretezza e politica di confronto serio, sono i pregi veri che permettono ad una società di potersi definire democratica e matura. Pronta a sfida importanti. L’attenzione particolare, poi, di BiblioPop per le vicende internazionali e dell’antifascismo ne fanno un presidio da prendere ad esempio anche nelle altre realtà locali regionali”.

Trasmesso da Maurizio Aversa

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Ucraina: un paese conteso»

Ultime notizie dell'autore «Comunisti Italiani»

3153