il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Trayvon

Trayvon

(20 Luglio 2013) Enzo Apicella
Assolto il vigilante George Zimmerman che nel 2012 uccise il 17enne nero Trayvon Martin

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

Roma. Contro la repressione e il razzismo in USA, martedì 30 giugno in piazza

Il coordinamento delle sinistre di opposizione chiama alla presenza in piazza

(29 Giugno 2020)

Molte le forze aderenti, molti gli appuntamenti di lotta programmati. Ciò che occorre è manifestare con nettezza contro il razzismo e a sostegno della ribellione in atto negli Stati Uniti d'America.

Il "Coordinamento delle Sinistre di Opposizione", dai giorni scorsi e a seguire nella prossima settimana ha organizzato ed organizzerà in diverse città giornate di mobilitazione nazionale contro la repressione e il razzismo negli USA. Il PCI è tra i primi promotori. A Roma l'appuntamento sarà martedì 30 giugno ore 17.30 in piazza Barberini. La Federazione e i comunisti di Roma chiedono la massima partecipazione con le bandiere rosse. Naturalmente saranno rispettate le disposizioni anti-Covid. La chiamata in piazza ha la base storico-politica dell’analisi di quanto accade negli USA da tempo. Infatti negli ultimi decenni ci sono state centinaia di casi con risonanza mediatica piuttosto alta di vittime afro-americane uccise in circostanze sospette o chiaramente illegali e/o eccessive da agenti della polizia. Quindi il caso Floyd è purtroppo solo l’ultimo di una lunga serie, solo l’uccisione è stata compiuta in modo più efferato, e documentata in modo da lasciar poco spazio a qualsiasi dubbio, legittimo o montato. Ciò che i media invece distorcono è la realtà della violenza esercitata dai dipartimenti di polizia anche contro altri gruppi etnici e razziali, così come contro dissidenti a livello politico. In linea con un passato ininterrotto di genocidio ed oppressione ininterrotta, in realtà è la comunità Native American ad essere di gran lunga la più colpita dalla violenza poliziesca imperiale, ed anche la violenza contro i vari gruppi Asian American è molto sottorappresentata dai media oligarchici, che preferiscono perpetuare una narrazione manichea, ultra-semplificata, a suo modo razzista proprio nella brutalità e semplificazione del suo ‘bianco e nero’ (anche i colori spesso usati dai veicoli della polizia), e che, soprattutto, omette la maggioranza delle componenti di classe e storiche. Il Partito Comunista Italiano, rivolge un pressante appello ad essere presenti a Roma e nei prossimi appuntamenti nel Paese.

Trasmesso da Maurizio Aversa

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Storie di ordinaria repressione»

2648