il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Erre moscia

Erre moscia

(25 Aprile 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Ora e sempre Resistenza)

12 LUGLIO: COMMEMORAZIONE ARDITI DEL POPOLO VITERBESI E FATTI DEL 1921
X ed.

(6 Luglio 2020)

commemorazione 12 luglio X ed.

Viterbo, domenica 12 luglio 2020


ore 09.30

Ingresso principale Cimitero di San Lazzaro

COMMEMORAZIONE

presso le tombe dei Caduti, con omaggi floreali, letture e discorsi.



ore 13.00

Spazio Arci Il Cosmonauta

via dei Giardini, 11

PRANZO

(Prenotazioni, non oltre le ore 20.00 dell’11 luglio, con messaggio alla pagina Facebook Comitato celebrazioni Antonio Tavani e fatti del 1921)



ATTENZIONE: le iniziative si svolgeranno nel rispetto delle norme anti-Covid19, per cui si raccomandano alle/i partecipanti il distanziamento sociale e l’uso di mascherine.



"Siedi o figlio e compagno
al congresso dei liberi
La famiglia ed il proletariato
memore"


Sarà la X edizione di quello che è ormai diventato un tradizionale rito civile per il nostro territorio. Il ricordo, l’omaggio ed il tributo verso donne e uomini che, inconsapevolmente, si resero protagonisti di una stagione di lotte che fece assurgere la città di Viterbo, e il suo circondario, alle cronache politiche nazionali. Il primo centro abitato ad insorgere nella guerra di movimento ingaggiata dai seguaci di Mussolini, cacciando gli invasori fascisti, tra il 10 ed il 12 luglio 1921, sotto la guida degli Arditi del popolo, prima milizia nazionale antifascista, al loro debutto fuori Roma, dove erano nati, giusto il 6 dello stesso mese. Culmine delle mobilitazioni della classe lavoratrice iniziate nell’immediato Primo dopoguerra, nella città allora della roccia e dell’acqua, con gli scalpellini, i lavoratori della pietra e gli artigiani a fare da avanguardia.
Ad ogni tappa, dinanzi alle tombe dei Caduti, la ricostruzione degli accadimenti, con letture e drammatizzazioni basate su ricerche storiche ormai decennali. Un percorso cronologico della memoria, individuale e collettiva, per giungere dinanzi all’Ardito del popolo Antonio Tavani, assassinato “per mano faziosa” il 9 luglio 1922, su quella lapide, scriveranno i fascisti locali, offensiva “non soltanto per i fascisti, ma per gli italiani”.
Le commemorazioni di quest’anno saranno viatico per le celebrazioni del Centenario degli Arditi del popolo, che cadrà nel 2021, nella città che, del resto, li aveva visti protagonisti della prima, memorabile, vittoriosa sortita.


Comitato celebrazioni Antonio Tavani e fatti del 1921
, unisce varie/i Compagne/i della Tuscia, e nasce in occasione del 90° anniversario dei fatti accaduti a Viterbo nel luglio 1921, con l'obiettivo di mantenere viva la memoria di quei giorni.

1858