il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Se ero tibetano...

Se ero tibetano...

(14 Agosto 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Lavoratori di troppo)

A FIANCO DEI LAVORATORI GKN: BLOCCARE I LICENZIAMENTI, ORA!

(11 Luglio 2020)

fronte unico bla bla bla n. 3

Il Coordinamento lavoratori autoconvocati per l'unità della classe (CLA) accoglie e rilancia le proposte della assemblea lavoratori della GKN e si dichiara fin da ora disponibile ad appoggiare mobilitazioni e manifestazioni in difesa dello stabilimento.
In questi anni di crisi abbiamo visto il comportamento delle multinazionali attraverso le vendite alle finanziarie per le delocalizzazioni preparano le condizioni per i licenziamenti e poi lo comunicano a fatto compiuto, lasciando ai lavoratori solo il diritto di scegliere a quale albero impiccarsi. Come insegna la vicenda Pirelli di Figline diventata Bekaert e poi chiusa.
Da anni i lavoratori della GKN denunciano la situazione dello stabilimento e la lenta emorragia di lavoratori usciti e non rimpiazzati. Hanno lottato contro il licenziamento dei 20 lavoratori in staff leasing denunciando il pericolo che fosse solo una prima mossa del padrone per arrivare ad una riduzione più massiccia della forza lavoro.
Il tempo per invertire la rotta e bloccare ulteriori licenziamenti è ora. Mobilitarsi a licenziamenti annunciati permetterà forse ad ognuno di predicare solidarietà e buone intenzioni, ma rischia di essere tardivo e poco efficace.
Appoggiamo la posizione dei lavoratori Gkn di respingere l’idea che il problema occupazionale possa essere risolto ai danni dei posti di lavoro nelle ditte esterne che sarebbe la solita guerra tra poveri tanto cara ai padroni.
Difendere i propri posti di lavoro e di quelli che lavorano sotto lo stesso tetto è giusto e necessario: carrellisti, lavoratori delle pulizie e impiantisti fanno parte dell'intero processo produttivo e sono parte della nostra stessa classe.
Appoggiamo la proposta rivolta ai sindacati di includere la vertenza Gkn all’interno della lotta più generale del settore automotive e dell'intero comparto metalmeccanico e per il blocco dei licenziamenti impegnandoci a portare questa posizione nei vari sindacati in cui i membri del Coordinamento lavoratori autoconvocati per l'unità della classe sono inseriti.
Il Coordinamento lavoratrici/lavoratori autoconvocati per l'unità della classe - costituito da iscritti e militanti di diversi sindacati di base e della Opposizione in Cgil, da delegati RSU e da lavoratori non iscritti – è nato per unire l'azione dei lavoratori, esprimere sostegno alle lotte e costruire solidarietà al di là delle sigle sindacali di appartenenza.
Estendere la solidarietà e costruire il dovuto e necessario sostegno è la strada da percorrere al di là della propria realtà sindacale di appartenenza, perché l'unica appartenenza che abbiamo è quella della nostra classe.
Venerdì 10 luglio 2020

LA SOLIDARIETÀ è UN’ARMA USIAMOLA!!!
A FIANCO DEI LAVORATORI GKN – UNITI SI VINCE!!!

COORDINAMENTO LAVORATORI/TRICI AUTOCONVOCATI (CLA) PER L’UNITÀ DELLA CLASSE

1358