il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Dio è ovunque

Dio è ovunque

(30 Dicembre 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • E' uscito il n. 94 di Alternativa di Classe
    (20 Ottobre 2020)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Stato e istituzioni)

    Stato e istituzioni:: Altre notizie

    Zaria Galiano: perché voto no

    (18 Settembre 2020)

    A chiunque trovi interessante questo scritto, si consiglia la visione del seguente video

    no, grosso grosso

    Io voto no a nome dei tantissimi lavoratori immigrati che non hanno voce.

    Io voto no perché i lavoratori immigrati non hanno bisogno di meno parlamentari. I lavoratori immigrati hanno bisogno di un parlamento che attraverso le sue leggi possa garantirgli una vita dignitosa visto che lavorano e vivono nel territorio italiano.

    Io voto no a nome dei tanti bambini/e, ragazzi/e, figli/e di immigrati che aspettano da anni una legge sulla cittadinanza, che li riconosca come cittadini italiani senza dover lottare contro un'inutile burocrazia.

    Io voto no a nome dei 3 milioni di lavoratori immigrati che vivono in Italia da tantissimi anni e che, essendo privi di cittadinanza italiana, non possono partecipare ai referendum e alla politica italiana.

    Io voto no a nome dei tantissimi lavoratori immigrati che contribuiscono con un 10% al PIL italiano e non possono scegliere chi deciderà sulle loro vite.

    Io voto no a nome dei tantissimi lavoratori immigrati che contribuiscono, con tasse e imposte, alle spese dei comuni e delle regioni e non possono sceglierne né il sindaco né il presidente.

    Io voto no a nome delle centinaia di migliaia di lavoratori immigrati senza documenti che hanno disperato bisogno dell'abolizione della Legge Bossi Fini e di tutte le leggi xenofobe e razziste che si sono susseguite.

    È vero che il voto è personale ma è anche vero che dalla mia scelta possono dipendere le condizioni di vita di tantissime persone ed è un mio dovere votare coscientemente.

    Il mio voto è il voto di 5 milioni di persone di cui la politica italiana ha deciso di non occuparsi nonostante siano indispensabili, soprattutto per il mantenimento di una popolazione economicamente attiva.

    Io voto no perché credo che il parlamento italiano possa un giorno garantire una vera parità di diritti e doveri tra cittadini italiani ed immigrati.

    Soltanto allora potremmo dire di essere una vera democrazia.

    Firmato un'italiana diversamente nata!

    Zaria Galiano

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Notizie sullo stesso argomento

    Ultime notizie dell'autore «Zaria Galiano»

    1078