il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Fishy Market

Fishy Market

(17 Maggio 2010) Enzo Apicella
Continua la guerra Finanziaria. L'Euro sotto attacco

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

Usi Roma: proclamazione di stato di agitazione sindacale cittadino plurisettoriale

(2 Ottobre 2020)

Si invia la comunicazione indicata nell'oggetto del presente atto, di proclamazione di stato di agitazione sindacale cittadino plurisettoriale e di contestuale attivazione, già inoltrata via fax in data odierna 2 ottobre 2020, della procedura di cui alla L. 146 90 e alla 83 2000, a UTG Ufficio Territoriale di Governo competente, a Roma Capitale e ai soggetti in indirizzo (dotati anche di comunicazione via fax), da parte dell'Unione Sindacale Italiana Usi fondata nel 1912, segreteria intercategoriale locale e a nome e per conto delle rappresentanze sindacali interne, nell'ambito della tutela e difesa degli interessi salariali e normativi, della fora lavoro occupata anche precaria, di Roma Capitale e delle aziende, società e cooperative dei settori interessati dallo stato di agitazione cittadino e plurisettoriale. Distinti saluti. La Usi si rende disponibile a convocazioni e incontri, nell'ambito delle procedure di "raffreddamento del conflitto", per approfondimenti e sulle questioni oggetto dello stato di agitazione.
trasmette per Usi Roberto Martelli segr. intercategoriale confederale locale p.t.

comunicatousi

Roma, 2 ottobre 2020

Ill.mo Prefetto di ROMA U.T.G. Ufficio di Gabinetto della Prefettura fax 06 67294555
Spett. le Commissione di Garanzia per l’attuazione della legge sullo Sciopero nei servizi essenziali Piazza del Gesù, 46 00186 Roma Fax 06 94539680 e mail segreteria@cgsse.it
Spett.le SINDACA DI ROMA CAPITALE Avv. Virginia Raggi lasindaca@comune.roma.it Fax 06 6784239
Ufficio di Gabinetto Sindaca di Roma fax 06 67103590 e per e mail e alla Direzione generale
Al Servizio Relazioni sindacali e alla Direzione Dipartimento Organizzazione/RR.UU. Roma Capitale (Dott. Angelo Ottavianelli) fax 06671076649 e per e mail direzione.risorseumane@comune.roma.it
Alla Direzione Dipartimento Pol. Scolastiche Educative di Roma Capitale luisa.massimiani@comune.roma.it Dott.ssa Luisa Massimiani fax 06 671070074 e mail staffdir.dipscuola@comune.roma.it
Alla Direzione del Dipartimento Pol. Sociali, Servizi alla Persona fax 06 77207587 E mail dipartimento.politichesociali@comune.roma.it giovanni.serra@comune.roma.it
Alla Direzione di BdR Biblioteche di Roma Isbcc di Roma Capitale e mail
Alla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali – Direzione p.t
Ai Direttori dei Municipi di Roma Capitale e alle Direzioni Socio Educative – Municipi da 1 a 15 e mail
Alle Direzioni dei Dipartimenti di Roma Capitale
Alla Società ROMA MULTISERVIZI fax 06 41205854 e mail pio.velardo@romamultiservizi.it e marzia.mannocchi@romamultiservizi.it
Alla Direzione Generale ad interim Azienda Speciale Comunale FARMACAP fax 06 57303370 e per e mail direzionegenerale@farmacap.it e.mancini@farmacap.it d.giovinazzo@farmacap.it
Alla Società Zètema P.C. srl fax 06 82077398 82077105 e per e mail
Alla GSI – RISTORAZIONE appalto Municipio Roma 11 gsi@gestioneserviziintegrati.it fax 0690620682
Alla SERENISSIMA – RISTORAZIONE appalto Municipio Roma 9 info@grupposerenissima.it fax 0444 348482 Alle società aggiudicatarie del servizio di ristorazione scolastica per conto di Roma Capitale Municipi da 1 a 15
Alle centrali cooperative in rappresentanza cooperative accreditate servizi di Assistenza scolastica alunni-e con disabilità (con utilizzo di Oepa/Aec) di Roma Capitale e dei servizi Saish, Saisa, Sismif, Centri Diurni, Case Famiglia e Case di Riposo comunali, della rete Ex SPRAAR e del personale utilizzato nei CAAT, tramite LEGACOOPSOCIALI, AGCI, FEDERSOLIDARIETA’/ CONFCOOPERATIVE e mail segreteria@legacoopsociali.it info@agci.it federsolidarieta@confocooperative.it
Alla società cooperativa sociale IL CIGNO (appalto Sala Operativa Sociale e Casa di Riposo di Roma 3) fax 0547 22602 e per e mail r.campacci@coopilcigno.it e segreteria@coopilcigno.it

Oggetto: procedura di raffreddamento del conflitto, (Legge 146/90 e 83/2000) e proclamazione di stato di agitazione sindacale cittadino plurisettoriale. Attivazione procedura di tentativo di conciliazione, tentativo preventivo obbligatorio di raffreddamento del conflitto e segnalazione c/o Prefettura UTG.

La scrivente Segreteria provinciale Intercategoriale di Roma e le rispettive RSA-Rsu di Roma Capitale, di aziende e coop. sociali di servizi e attività esternalizzate in indirizzo aderenti a Usi, a nome e per conto della tutela degli interessi economici – salariali e normativi della forza lavoro utilizzata nei vari servizi esternalizzati di pertinenza di Roma Capitale e del personale capitolino, attiva la procedura di raffreddamento del conflitto e del tentativo di conciliazione (prevista dalla Legge 146/90 e 83/2000), con contestuale proclamazione di stato di agitazione sindacale e richiesta di convocazione delle parti presso gli Uffici della Prefettura di Roma. La procedura è relativa a tutto personale comunale, a tempo indeterminato e determinato/precario (asili nido e scuole, biblioteche e servizi culturali, personale amministrativo e tecnico e dei servizi sociali, dei Dipartimenti e dei Municipi di Roma Capitale), al personale dipendente delle società Roma Multiservizi SpA, Zètema P.C., Farmacap, nel settore della RISTORAZIONE SCOLASTICA, negli appalti in 15 lotti dei Municipi di Roma Capitale; dell’assistenza scolastica e inclusione sociale ad alunni-e con disabilità nelle scuole, con utilizzo di personale di cooperative sociali accreditate nei 15 Municipi di Roma Capitale con profilo di OEPA già AEC, e dei servizi Saish, Saisa, Sismif, Centri Diurni, Case Famiglia e Case di Riposo comunali, della rete Ex SPRAAR e del personale utilizzato nei CAAT;
Motivi della controversia: per la PIENA, COMPLETA APPLICAZIONE e attuazione, delle disposizioni in materia di salute e sicurezza (art. 2087 c.c. e norme di cui al D. Lgs. 81/2008) e dei rispettivi protocolli coerenti con le indicazioni dell’I.S.S. e della Regione Lazio/AA.SS.LL., compresa la fase di prevenzione e adeguamento dei rispettivi DVR e DUVRI, con completa informazione, addestramento e formazione del personale dipendente, con la necessaria, sufficiente fornitura e utilizzo, di tutti gli idonei DPI previsti e da far impiegare al personale addetto alle attività al pubblico; per un adeguamento di organici idonei per scuole, asili nido, biblioteche e servizi museali, in vista della loro totale riapertura a utenza e cittadinanza, tale da garantire il BUON ANDAMENTO E L’EFFICACE, EFFICIENTE, EROGAZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITA’ LAVORATIVE ALLA CITTADINANZA/UTENZA, IN PIENA SICUREZZA E CON PROGRAMMAZIONE EFFICACE DELLE OFFERTE FORMATIVE E PROGETTI EDUCATIVI coerenti con le nuove esigenze di messa in sicurezza del personale e dell’utenza, sia per ambienti di lavoro che per ritmi e orari di lavoro, per il settore scolastico, compresi i servizi di assistenza ai disabili, sia nelle scuole di pertinenza di Roma Capitale, che nei servizi assistenziali territoriali, come per i servizi per minori, disabili e anziani, a tutela di chi lavora; per la stabilizzazione e l’assunzione (tramite graduatoria unica centrale aggiornata) del precariato nei servizi educativi-scolastici e il ripristino di diritti normativi nei periodi di lavoro, per adeguamento forza lavoro nella ristorazione scolastica, utile a garantire adeguati organici e un riequilibrio dei carichi di lavoro aumentati per effetto delle misure di prevenzione e sicurezza; per adeguamento monte ore e durata temporale contratti di lavoro del personale addetto al global service e della ristorazione scolastica, a seguito ulteriori nuove mansioni e attività e degli aumentati ritmi e carichi di lavoro, come da proposte inoltrate dal sindacato scrivente all’Amministrazione di Roma Capitale, rimaste senza adeguata soluzione concreta; per verifica misure di tutela salute e sicurezza e di rispetto ritmi e pause di lavoro, del personale utilizzato con modalità in “smart working” e lavoro agile (c.d. lavoratori fragili); per RI-PUBBLICIZZAZIONE E RITORNO A GESTIONE DIRETTA, dei SERVIZI IN GLOBAL SERVICE (erogato attualmente da Roma Multiservizi), della ristorazione scolastica, DELL’ASSISTENZA AI DISABILI NELLE SCUOLE (Oepa già Aec), a sostegno di percorsi attivati di iniziativa popolare; per RILANCIO E MANTENIMENTO della NATURA PUBBLICA, DELL’AZIENDA SPECIALE COMUNALE FARMACAP; per adeguamento corrispettivi delle convenzioni e progetti affidati da Roma Capitale secondo tabelle costo del lavoro del CCNL Assofarm, per piena tutela salute e sicurezza, con piano di adeguamento sedi/ambienti di lavoro; per la piena messa in sicurezza e adeguati standard lavorativi, del personale addetto alle biblioteche e ai siti museali, alle attività culturali e di supporto, anche tramite la società Zètema P.C. e i dipendenti impiegati, per la corretta verifica degli inquadramenti contrattuali e dei livelli acquisiti o da acquisirsi, secondo la classificazione del CCNL di settore Federculture o della corretta applicazione dell’art. 13 della Legge 300/1970 e 2103 cod. civile, al personale utilizzato con mansioni superiori o più complesse rispetto all’originaria assunzione (come segnalato, con procedura all’Osservatorio comunale sul lavoro ex DD.CC.CC. 135/2000 e 259/2005);
DURANTE LA FASE DI STATO DI AGITAZIONE SINDACALE, NEI VARI SETTORI INDICATI, SARANNO ATTIVATE FORME DI MOBILITAZIONE, anche in presenza ma nel pieno rispetto delle disposizioni di tutela socio sanitaria e di sicurezza, assemblee di lavoratori e lavoratrici, volantinaggi e forme di comunicazione sociale alla cittadinanza, sui motivi della protesta e dell’attività sindacale tramite lo stato di agitazione, finalizzato a responsabilizzare l’Amministrazione di Roma Capitale, come datore di lavoro o come committente, stazione appaltante o soggetto sottoscrittore di convenzioni con le aziende comunali, a provvedere in modo efficace, razionale, pianificato e non in fase “emergenziale”, alla soluzione, possibilmente condivisa con le rappresentanze sindacali di lavoratori e lavoratrici, delle varie problematiche sopra descritte, come priorità. Criticità più volte segnalate con atti e documenti specifici anche di Usi e delle rappresentanze sindacali interne, che necessitano di una risposta concreta e programmata, finora carente e insufficiente, alle proposte su alcuni tempi oggetto della presente controversia, plurisettoriale e cittadina ma collegata nei suoi vari aspetti, per ripristinare le buone prassi di relazioni, per garantire il buon andamento, efficiente dei servizi pubblici a gestione diretta o esternalizzata, nell’esercizio dei diritti e interessi meritevoli di tutela di fonte costituzionale, il diritto al lavoro, all’assistenza, alla salute e sicurezza sul-del lavoro, all’istruzione e alle condizioni di lavoro e di vita del personale impiegato, pubblico o privato, a tempo indeterminato o precario, in applicazione del principio “a un buon lavoro, un buon servizio”.
Si resta in attesa di procedura attivata secondo la buona prassi ex L. 146/90 e 83/2000, anche attraverso convocazione specifica, in presenza e insicurezza, presso UTG o Roma Capitale.

Per la segreteria Intercategoriale provinciale di ROMA di Usi fondata nel 1912 - Roberto Martelli e Giuseppe Martelli

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Flessibili, precari, esternalizzati»

Ultime notizie dell'autore «UNIONE SINDACALE ITALIANA USI»

1154