il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

Ogni 20 secondi...

Ogni 20 secondi...

(22 Marzo 2010) Enzo Apicella
Giornata Internazionale dell'Acqua

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

Covid-19, il pericolo oggi è nelle Case di Riposo, non nelle RSA, ma non c'è nessuna attenzione particolare da parte delle istituzioni

(7 Ottobre 2020)

casa ripose lazise

La strage gigantesca di anziani avvenuta a marzo nelle RSA si è fermata quando la vicenda è stata denunciata da media e familiari, allora ora va dato un allarme specifico per le Case di Riposo, che hanno assistenza sanitaria minore e minori controlli.

Leggete questa serie di casi:

Notizia di oggi, 7 ottobre, 41 anziani contagiati nelle Casa di Riposo privata Pio XXII di Portici, in Campania.

4 ottobre, Marsicovetere, Potenza, 4 morti in una Casa di Riposo privata, "il numero degli assistiti è imprecisato" si legge in un articolo che segnala la vicenda. Oggi 7 ottobre, i morti a Marsicovetere sono arrivati a un totale di 6.

Questi primi due casi citati sono recenti ed entrambi nel Sud Italia, dove le RSA sono molto meno presenti

Ma nei mesi precedenti abbiamo avuto:

- dal 29 luglio a fine agosto, 9 morti Covid nella Casa di Riposo Antica Scuola dei Battuti di Mestre, di proprietà del Comune di Venezia, nello stesso arco di tempo in tutta Italia, non solo tra gli anziani, i morti per Covid 19 sono stati in media 10 al giorno;

- la casa di Riposo Giovanni XXII, via Galeffi a Roma, chiusa ad aprile dalla Regione Lazio per la denuncia dei familiari di un anziano trovato morto in camera dopo che per due giorni lo avevano cercato in vari ospedali come aveva detto loro la struttura, riapre già a maggio, perché l'autorizzazione dipende unicamente dal Comune di Roma;

- in aprile dalla casa di Riposo Carlo Alberto di Torino, di proprietà comunale, un anziano ha avvertito i familiari che era rimasta una sola infermiera per 169 ospiti.

Le notizie che provengono dalle Case di Riposo, private o comunali, strutture che hanno una assistenza sanitaria molto inferiore alle RSA, continuano ad essere molto più tragiche di quelle che arrivano dalle Residenze sanitarie assistite.

Gli accrediti alle Case di Riposo sono competenza dei comuni e, ritengo, più facili,

I numeri totali non li sapremo mai, una indagine parziale è stata fatta solo per le RSA.

Ma strage di marzo nelle RSA si è comunque fermata quando la notizia è arrivata all'opinione pubblica, allora ora va denunciato il rischio delle Case di Riposo.

Marco Palombo

993