il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

Munezza

Munezza

(27 Giugno 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

COVID E LOTTA DI CLASSE

(12 Novembre 2020)

covid siamo allo stremo

I governi cambiano e si susseguono, ma gli operai continuano a essere sfruttati e a morire come prima, più di prima.
Il covid ha evidenziato alla grande massa delle persone quello che fino a poco tempo i governanti di centro destra e centrosinistra e i politici cercavano di tenere nascosto. Le conseguenze dei tagli e la privatizzazione della sanità oggi sono più evidenti di ieri e li paghiamo con la morte di migliaia di persone soprattutto anziane.
Ormai, come denunciano senza vergogna, anche alcuni di quelli che hanno speculato sulla vita e la salute umana, incolpandosi a vicenda, di aver lasciato campo libero al covid con il “liberi tutti”, discoteche aperte, buono vacanze, non essere intervenuti tempestivamente durante l’estate ha portato all’aggravarsi della situazione sanitaria.
Già prima del covid milioni di persone rinunciavano a curarsi per mancanza di adeguati servizi sanitari pubblici o non avendo i soldi.
Durante questi mesi mentre la sanità pubblica e gli ospedali erano e sono al collasso, sospendendo chemioterapie, rimandando visite e operazioni per malati gravi di tumori e alte patologie con esito mortale, la sanità privata ha incrementato a dismisura i suoi profitti.
Le malattie non colpiscono le classi sociali allo stesso modo.
L’esperienza e la lotta di classe ci hanno insegnato che tutta la società capitalista - l’organizzazione del lavoro, la scuola, la scienza, la medicina ecc. - difendono il sistema della schiavitù salariata, e che “difesa della salute”, "giustizia" e "diritto" valgono solo per le classi dominanti.
Anche fra i malati di covid mentre migliaia di proletari, lavoratori, pensionati, morivano e continuano a morire nelle case di riposo e negli ospedali senza neanche il conforto dei loro parenti, i signori borghesi Boris Johnson, Donald Trump, Silvio Berlusconi, Flavio Briatore, e tanti altri se la sono cavata in pochi giorni.
Il covid ancora una volta ha dimostrato che gli operai e gli sfruttati di tutto il mondo non hanno patria, ma lo stesso nemico: il capitalismo, l’imperialismo che si arricchisce e prospera sul sangue di miliardi di persone.
Ripristinare l’odio di classe – e la conseguente lotta senza quartiere - contro questo sistema barbaro è il più grande gesto a favore dell’umanità che oggi si possa fare.

Michele Michelino - Centro di Iniziativa Proletaria “G. tagarelli”

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Covid-19 e dintorni»

Ultime notizie dell'autore «Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Sesto San Giovanni»

1362