il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

LA CRISI DEGLI AEROPORTI TOSCANI

(15 Novembre 2020)

toscana aeroporti

La o.s. USB, il giorno 17 novembre ha indetto una mobilitazione nazionale del trasporto aereo per lanciare un programma di 8 punti per un piano emergenziale di protezione dei lavoratori diretti e dell'indotto, nonché per il rilancio del settore e dei sedimi aeroportuali attraverso un progetto di riforme e di interventi pubblici.
Anche in Toscana la pandemia ha messo a nudo gli effetti nefasti del lavoro a basso costo che la scrivente organizzazione denuncia da un decennio. Il drammatico ed improvviso arresto globale dei voli ha fatto emergere il danno sociale di anni di libero mercato, selvaggio e senza regole come quello globale del trasporto aereo, che ha precarizzato, appaltato, svenduto al massimo ribasso interi settori produttivi.
Nonostante la crescita esponenziale di tutto il settore del trasporto aereo fino al 2019, la società di gestione degli aeroporti toscani (Toscana Aeroporti) e la sua controllata (Toscana Aeroporti Handling), hanno fatto sistematicamente ricorso a contratti a tempo determinato, part-time al minimo delle ore giornaliere, oppure part time stagionali a 6/8 mesi, condannando di fatto centinaia di lavoratori ad una condizione di stabile precarietà.
Nel panorama desolato dei due aeroporti toscani, adesso, i nodi sono venuti al pettine e con loro tutte le incongruenze e le fragilità di questo sistema che ancora una volta scarica sugli ultimi anelli della catena il conto da pagare.
Lo hanno già pagato decine di lavoratori con contratti a termine che sono stati mandati a casa;
lo pagano le decine di lavoratori con contratti stagionali ciclici a tempo indeterminato che al termine della stagione sono senza salario, senza cassa integrazione e senza naspi; lo pagano i lavoratori con contratto part-time a 4 ore giornaliere che stanno riscuotendo una cassa integrazione di poco più di 400 euro al mese.
E infine lo pagheremo tutti noi perché purtroppo le crisi industriali ricadono sempre sulle spalle dei lavoratori e anche questa non farà eccezione.

Firenze, 13/11/2020

USB lavoro privato – Toscana
RSA USB – TAH aeroporto di Pisa
RSA USB – TAH aeroporto di Firenze

868