il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Lotte operaie nella crisi)

FACCIAMO PAGARE LA CRISI AI PADRONI!

Sabato 30 GENNAIO 2021, ORE 10:30 _ VITERBO, PIAZZA DEL PLEBISCITO (Piazza del Comune) Presidio sotto la Prefettura

(28 Gennaio 2021)

Facciamo pagare la crisi ai padroni!
29 e 30 Gennaio, due giornate di sciopero, lotta e mobilitazione in tutt'Italia!

crisi facciamola pagare ai padroni

La crisi sanitaria, ancora pienamente in atto a livello mondiale, ha accelerato e reso ancora più evidenti le contraddizioni strutturali dell'attuale modo di produzione.
Un'emergenza ed un contagio pandemico non casuale, ma strettamente legato al sistema capitalistico e alla sua espansione che, nella sua voracità e predazione, non risparmia alcun ecosistema e nessuna persona.

L'intero sistema produttivo e sociale è stato scosso da questa crisi, la borghesia ha risposto con la retorica dell'unità nazionale e con il tentativo di cooptazione delle classi subalterne da un lato, riaffermando come la tendenza all'accumulazione, propria del capitalismo, non debba essere fermata o rallentata, dall'altro.

Conseguenza evidente sono le politiche messe in atto dai governi nazionali, Conte in primis, che segnano la subordinazione servile alle istanze e alle pressioni padronali, spingendo per misure di tutela del profitto e la socializzazione delle perdite sui proletari, su cui si sono già e si stanno scaricando i costi e che saranno costretti a pagare la futura e inevitabile ristrutturazione produttiva e recessione globale.

In definitiva il padronato sta approfittando della crisi per continuare la propria guerra di classe e regolare i conti con il lavoro: l'offensiva padronale sui salari, sui contratti e sulle complessive condizioni di lavoro è evidente a chiunque.
Questo stato di cose richiama la necessità di porre con forza all'attenzione dei lavoratori e degli oppressi la necessità oggettiva e immediata del superamento del sistema di sfruttamento capitalistico.

Il Patto d'azione anticapitalista e L'Assemblea delle Lavoratrici e Lavoratori Combattivi, promotori dei due giorni di lotta, sono la prima risposta organizzata e di classe alla borghesia imperialista.

Alle pretese dei padroni contrapponiamo le nostre parole d'ordine: forti aumenti salariali e riduzione generalizzata dell'orario di lavoro, garanzia del salario per disoccupati e precari, NO alla precarizzazione e alla discriminazione salariale e contrattuale nei confronti delle donne!

Ai lavoratori e proletari immigrati diciamo LOTTIAMO INSIEME PER DIRE:
BASTA AL RICATTO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO!
BASTA ALLE FINTE SANATORE!
VOGLIAMO L'ACCESSO ALLE CURE E UNA CASA PER TUTTI!
MAI SCHIAVI!
SOLO LA LOTTA PAGA!

S.I. Cobas Viterbo
Comitato di Lotta Viterbo
Classe Contro Classe

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Lotte operaie nella crisi»

Ultime notizie dell'autore «S.I. Cobas - Sindacato Intercategoriale Lavoratori Autorganizzati»

2188