il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Banka Banga

Banka Banga

(27 Ottobre 2011) Enzo Apicella
La borghesia imperialista europea decide di salvare la banche... con i soldi degli operai

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • SOMMARIO DE IL PARTITO COMUNISTA N. 408 - Aprile 2021
    organo del partito comunista internazionale
    (15 Aprile 2021)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Flessibili, precari, esternalizzati)

    Usi: presa di posizione sui servizi scolastico-educativi ed esternalizzati di Roma Capitale

    (17 Marzo 2021)

    comunicatousi

    Nell'attuale situazione dovuta al Covid sono aumentati i problemi specie per i lavoratori dei servizi esternalizzati... E anche per il settore scolastico educativo... Per i primi purtroppo, dobbiamo rilevare che i lavoratori e le lavoratrici non ci hanno più seguito nelle lotte sia per la RIPUBBLICIZZAZIONE dei servizi (internalizzazione), che per contrastare anche legalmente il FIS, che per ottenere tramite lotta collettiva e anche sindacale, le 5 ore giornaliere di lavoro, come adeguamento del part time dei contratti in Roma Multiservizi, come per altri servizi, nonchè contro le discriminazioni, disparità di trattamento o sulla questione, ancora non risolta, per i due mesi estivi di contributi previdenziali attualmente non contabilizzati dal datore di lavoro, per i part time “misti-ciclici”... così come gli esposti sulle condizioni di salute e sicurezza con le varie inadempienze rilevate, già oggetto di diffida formale fatta da Usi tramite inoltro con avvocati (ndr segno che l’organizzazione Usi non è rimasta con le mani in mano, malgrado la scarsa combattività sui posti di lavoro, accentuata dalla pandemia, cercando mantenere delle condizioni di intervento nel concreto).
    Questa inazione generalizzata nel periodo invernale, di lavoratori e lavoratrici, ha avuto come effetto la classica delega, di fatto ai confederali concertativi se non addirittura ai sindacati collaborazionisti, a gestire tutto anche su situazioni sulle quali hanno prodotto, con accordi al ribasso e svendite varie, danni a chi lavora.
    Meno male, che il blocco della zona rossa, le attività ridotte, durano meno di un mese, fino a Pasqua...
    Usi, per tenere viva l’attenzione sulle varie questioni relative al complesso dei servizi educativi e scolastici, come stiamo facendo e abbiamo fatto per altre situazioni (Farmacap, altre aziende pubbliche, cooperative sociali e servizi in appalto), chiederà la convocazione delle commissioni consiliari permanenti (anche come audizione), specie per le commissioni scuola – servizi educativi (che è competente pure per le varie attività esternalizzate) e quella trasparenza e garanzia.
    Le problematiche riguardano varie figure nei nidi e nelle scuole di pertinenza di Roma Capitale, dalle educatrici e insegnanti ai pochi ausiliari comunali rimasti, ai dipendenti di Roma Multiservizi del c.d. global service (ausiliari, supporto alla gestione educativa e scolastica, trasporto scolastico…), alle cuoche e addette alle mense della ristorazione scolastica, fino al personale di assistenza ai ragazzi-e disabili, OEPA ex AEC ancora a gestione cooperativa; perché la valutazione oggettiva e materiale dell’organizzazione sindacale Usi fatta nei mesi scorsi e costantemente aggiornata, sui fatti e dati concreti non sul sentito dire, ritiene necessario un intervento che non lasci spazi scoperti o tutele parziali e scoordinate tra loro, per garantire il salario a tutti e tutte, condizioni adeguate di lavoro, dai carichi di lavoro aumentati negli ultimi sei mesi, anche con un adeguamento del personale necessario tra personale comunale e quello dei servizi dati ancora in appalto, nonché per il doveroso adeguamento delle ore lavorative giornaliere ORDINARIE, che siano funzionali e logicamente collegate, alle garanzie e tutele su salute e sicurezza di chi ci lavora, dai corretti dispositivi di protezione individuale DPI, fino alle misure di formazione e informazione, all’adeguamento dei DVR Documenti Valutazione di Rischi, non aggiornati in modo idoneo e preciso, alla situazione presente di pandemia, per l’eliminazione dei fattori di rischio e pericolo ancora presenti.
    Tutte attività preparatorie e necessarie da fare, per aprire e proseguire dopo la sospensione per Pasqua, l’intervento collettivo e utile da parte dell’organizzazione Usi (e di altri soggetti sindacali o associativi, che ne condividano modalità autorganizzate e indipendenti di azione, obiettivi e piattaforme), con la PARTECIPAZIONE ATTIVA E COMBATTIVA di lavoratrici e lavoratori, che è la condizione basilare per qualsiasi genere di attività sui posti di lavoro, uscendo dalla paure individuali e dalle situazioni personalizzate, che sono insufficienti e non rendono giustizia alla situazione reale che ci sta Del resto quello che si sta facendo in altri settori lo dimostra chiaramente, quando lavoratori e lavoratrici si muovono con idee chiare e richieste precise, i risultati alla fine si ottengono. Nel caos o con attività scoordinata e parziale, invece le tutele e le garanzie diventano un privilegio per pochi a danno di tanti, mantenendo il sistema feudale di relazioni e rapporti personale-aziende-comune, che con il metodo clientelare che ha dominato per tanti anni, che si è accentuato nei suoi effetti penalizzanti, con la situazione della pandemia e del covid 19, con l’effetto pratico di danneggiare ancora di più, le situazioni più deboli o ricattabili. Un sistema feudale e clientelare, che va rotto e superato, anche per garantire un servizio pubblico e di qualità, con pochi rischi per utenza e alunni-e, a partire dalla condizione materiale che si vive quotidianamente nelle scuole, negli asili nido, nei servizi educativi e scolastici. Significa fare un passo in avanti verso il superamento delle gestioni personalizzate che creano divisioni tra lavoratori-trici, per farlo diventare un meccanismo giusto e virtuoso.
    SI TRATTA DI AVERE TENACIA E FORZA, USCENDO DAI SINGOLI GUSCI O …”BOLLE” NELLE QUALI VI HANNO RINCHIUSI, per ricreare condizioni decenti di intervento, nell’ambito dei punti di piattaforma individuati e che sono ancora validi e attuali. Forza e coraggio, soprattutto non ci facciamo prendere da depressione e scoramento, si può ancora cambiare la situazione per ribaltarla a nostro favore, basta volerlo e collettivamente, su una strategia di azione ragionata, non in ordine sparso e divisi come vorrebbero le controparti, politiche, sindacali ed economiche, anche tramite i loro galoppini e servitori obbedienti, su interessi opposti ai nostri di lavoratori, lavoratrici e di persone.




    Usi Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912
    Usi Roma Capitale (asili nido e scuole), Usi servizi esternalizzati - Roma Multiservizi SpA, cooperative sociali, società della ristorazione scolastica con appalti e affidamenti con Roma Capitale

    1358