il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Eric Hobsbawm

Eric Hobsbawm

(11 Ottobre 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Roma, 23 luglio: ricordando Errico Malatesta

(21 Luglio 2021)

“La libertà che vogliamo noi non è il diritto astratto di fare il proprio volere, ma il potere di farlo”.

ore 17:00 appuntamento alla tomba di Errico Malatesta al Cimitero del Verano (per chi non sapesse arrivarci ci vediamo alle 16:30 all'ingresso di Via Tiburtina, di fronte a Piazza Carlo Magno)
Ore 19:00 Dibattito collettivo su Malatesta allo Spazio Anarchico in via Vettor Fausto, 3 (Metro B – Garbatella)

errico malatesta 23 luglio

Errico Malatesta (1853-1922) è stato uno dei militanti e dei pensatori più influenti e noti dell’anarchismo italiano ed internazionale. La sua importanza risiede nel contribuito teorico da lui fornito al movimento anarchico e rivoluzionario in genere, supportato da un’intensa attività politica durata all’incirca sessant’anni.

Malatesta, infatti, comincia la sua militanza anarchica mentre la Comune di Parigi insorge e costituisce in Italia il nucleo dell’Internazionale dei lavoratori con Cafiero, Costa e Bakunin. La sua intensa vita, dedicata interamente all’anarchia, si estende in un ampio arco temporale, dal congresso di Saint-Imier del 1872 fino alla morte sotto il regime fascista, avvenuta a Roma il 22 luglio 1932. Sarebbe impossibile riassumere in poche righe la sua attività sovversiva e propagandistica, che lo rende protagonista nell’insurrezione del Matese (1877), come nella Settimana Rossa (1914), nel Biennio rosso (1919-1920), fino alla prima resistenza al fascismo degli anni ’20. In questo incredibile susseguirsi di moti insurrezionali, fughe, esili, processi, scioperi, tra Europa, Africa e sud America, Errico Malatesta riuscì ad elaborare una lucida e pragmatica analisi, che ancora oggi si dimostra attuale e brillante. Alla sua iniziativa si deve anche la fondazione di importanti giornali come “Umanità Nova” e “Pensiero e Volontà” e lo sviluppo iniziale dell’anarchismo romano.

Venerdì 23 luglio, a 89 anni dalla sua morte, alle 17:00 apporremo una nuova targa anarchica sulla sua tomba al cimitero del Verano.

Dalle 19, si terrà un dibattito su Errico Malatesta, il suo pensiero e la sua azione, nello Spazio Anarchico in via Vettor Fausto, 3 (Metro B – Garbatella).

Si ricorda di indossare la mascherina nel rispetto di tutt*.

Gruppo anarchico “M. Bakunin” – FAI Roma e Lazio

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La nostra storia»

Ultime notizie dell'autore «FAI - Federazione Anarchica Italiana»

4563