il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Praga. Il convitato di pietra

Praga. Il convitato di pietra

(8 Aprile 2010) Enzo Apicella
Usa e Russia discutono il nuovo Trattato Start. Delle armi nucleari di Israele, denunciate da Mordecai Vanunu, non si parla.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(No basi, no guerre)

COSTRUIRE UNA MOBILITAZIONE UNITARIA CONTRO LA GUERRA

(31 Marzo 2022)

Distribuito stamane al presidio al varco Etiopia al porto di Genova

fronte unico bla bla bla n. 3

Di fronte alla guerra imperialista in corso dovere di tutto il sindacalismo conflittuale dovrebbe essere quello di costruire una mobilitazione unitaria contro la guerra e contro i suoi effetti sulla classe lavoratrice.

A oltre un mese dall’inizio della guerra le dirigenze nazionali dei maggiori sindacati di base non hanno fornito alcun segnale di voler agire in questa direzione e perseverano organizzando mobilitazioni ciascuno per sé.

All’indomani dello sciopero generale unitario del sindacalismo di base dell’11 ottobre scorso, in un’assemblea nazionale unitaria il 24 ottobre a Roma, la maggior parte delle dirigenze del sindacalismo di base espresse «la volontà unanime di dare continuità al percorso unitario [...] attivando una forma stabile di consultazione tra tutte le organizzazioni del sindacalismo di base».

Di questo proposito e di quel percorso non vi è più traccia, nonostante la gravità e drammaticità del momento storico che stiamo vivendo, e i compiti e i doveri che esso richiede.

Due importanti segnali vanno per fortuna nella giusta direzione dell’unità d’azione dei lavoratori e del sindacalismo conflittuale:
- oggi la partecipazione del SI Cobas genovese alla giornata di lotta promossa dai portuali dell’Usb;
- il 9 aprile a Milano la convocazione di una ASSEMBLEA NAZIONALE UNITARIA – in presenza – per ora da parte di Cub, Sgb, Adl Varese, Unicobas, Cobas Sardegna, Usi Cit.

Come CLA riteniamo che tutti gli organismi del sindacalismo conflittuale dovrebbero dare adesione e partecipare concretamente a questa assemblea e che sia dovere di tutti i lavoratori combattivi battersi affinché le proprie organizzazioni sindacali contribuiscano fattivamente a una mobilitazione unitaria contro la guerra, a cominciare dalla partecipazione all’assemblea del 9 aprile.

Genova, 31 marzo 2022

Coordinamento Lavoratori e Lavoratrici Autoconvocati/e (CLA)
per l’unità della classe

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «No basi, no guerre»

3147