il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Psicocomunista

Psicocomunista

(14 Novembre 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Memoria e progetto:: Altre notizie

Roma, Tiburtino/Prenestino: apre nuova sezione del Partito Comunista Italiano

PER DRAGHI E’ FACILE “FARE IL GUERRIERO” CON IL SANGUE DEGLI ALTRI E I SOLDI NOSTRI!

(19 Maggio 2022)

FONDAZIONE DELLA SEZIONE TIBURTINA DEL PARTITO COMUNISTA ITALIANO SABATO 21 MAGGIO ORE 16.30 PRESSO IL CIRCOLO ARCI DI TIBURTINO III – via del Frantoio 9/C (metro B S. Maria del Soccorso).

pci

PANE, PACE, LAVORO” Queste erano le parole d’ordine con cui il Partito Comunista Italiano, durante la seconda guerra mondiale, organizzava gli scioperi e le lotte contro la guerra e la miseria. Ottanta anni dopo, esse rischiano di ritornare drammaticamente attuali. Sono trent’anni che stipendi e pensioni peggiorano in continuazione; la disoccupazione e la precarietà mordono sempre di più; ai lavoratori, ai giovani, alle donne, ai disoccupati viene crescentemente negata la propria dignità. Sia quando le cose vanno bene per i ricchi, sia quando gli vanno male: paghiamo sempre noi! Ora questo governo (rinunciamo ad altri aggettivi) di politicanti che fingono sempre di litigare e poi fanno le scelte peggiori tutti insieme, ci sta trascinando in una guerra altrui che rischia di diventare presto mondiale infischiandosene della Costituzione ed anche del nostro parere.
Intanto abbiamo già cominciato a pagare, come al solito: sta raddoppiando il prezzo delle farine e dei cereali, dei carburanti ed anche delle bollette. Gli stipendi e le pensioni si sono già svalutati moltissimo e in tanti rischiano la disoccupazione.
PER DRAGHI E’ FACILE “FARE IL GUERRIERO” CON IL SANGUE DEGLI ALTRI E I SOLDI NOSTRI!

Non vogliamo di nuovo essere le vittime delle guerre né pagare per i guerrafondai e la grande finanza che sta facendo affari d’oro: ecco gli unici “valori” a cui tengono!
È ora di parlare, di farsi sentire: non vogliamo guerra ma finalmente più lavoro, più rispetto per i lavoratori, pensioni e stipendi più alti, fraternità tra i popoli.
INVITIAMO TUTTE E TUTTI ALLA FONDAZIONE DELLA SEZIONE TIBURTINA DEL PARTITO COMUNISTA ITALIANO SABATO 21 MAGGIO ORE 16.30 PRESSO IL CIRCOLO ARCI DI TIBURTINO III – via del Frantoio 9/C (metro B S. Maria del Soccorso). Interverranno: Mauro Alboresi — Segretario Nazionale PCI, Norberto Natali — Comitato Centrale PCI, Cristina Fabiani — lavoratrice asili nido, Virgilio Seu — Segretario Fed. Romana PCI. A seguire : musica per la pace con Enrico Capuano.

Trasmesso da Maurizio Aversa

2867