il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Thatcher

Thatcher

(9 Aprile 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Farmacap: le bugie hanno le gambe corte

(10 Luglio 2022)

farmacap

Roma, 7 luglio 2022

Al Direttore Generale p.t. Dott.S. Di Guardo via e mail
p.c. Al Capo di Gabinetto del Sindaco Dott. Albino Ruberti via e mail

OGGETTO: controdeduzioni e intervento da Rsa congiunte di Farmacap, in risposta a Vs. del 5 luglio 2022, di riscontro su “orari di lavoro degli uffici amministrativi e di Direzione” in applicazione della Del. Comm. Straord. N° 7 del 25/2/2020. Richiesta vs. verifica e correzione per garanzia PARITA’ DI TRATTAMENTO PERSONALE, con rotazione personale.

Egregio Direttore, La ringraziamo per la celere risposta. Si ritiene che le sue osservazioni nel riscontro datoci con la Sua del 5 luglio u.s, non siano convincenti, né che possano costituire elementi di giustificazione validi, a eliminare il “fattore di rischio”, concreto e attuale, che si sta verificando da tempo, con una disparità di trattamento tra gli uffici amministrativi e di Direzione, quali quelli identificati e indicati nella delibera n.7 del 25 febbraio 2020, dal precedente Commissario M.V. Susanna, sulla copertura del turno lavorativo (8.30-13.30) della giornata del sabato, che prevedeva l’indicazione della “presenza di una risorsa per ogni ufficio citato”. Alcuni uffici e il personale addetto, subiscono un disagio e un trattamento non paritario né di garanzia, rispetto al buon andamento di uffici e servizi, a fronte di altri e di alcuni dipendenti, la cui disponibilità è ridotta anche con modalità, non funzionali alle esigenze di servizio e di buona organizzazione interna, rispettosa della Del. Commissariale numero 7 del 25/2/2020, da noi citata. Non si è d’altronde, a conoscenza di una nuova e apposita delibera commissariale che modifichi quella precedente e nemmeno Lei ne fa riferimento nella sua risposta. Del resto, è evidente la differenza tra delibere commissariali in sostituzione degli Organi di legale rappresentanza e di gestione della forza lavoro, con atti di mera gestione del personale, che non hanno il potere né la legittimazione, di sostituirsi a quelle degli organi di rappresentanza e di gestione legale in una società publica, quale è certamente da qualificarsi la FARAMACAP.
Si ritiene, che il Suo riferimento all’istituto contrattuale della “reperibilità”, che un iter e una modalità applicativa disciplinata nel sistema di relazioni sindacali industriali disciplinato dal CCNL di settore, NON sia pertinente con quanto indicato nella delibera commissariale numero 7 del 25/2/2020, dove è indicata, quale modalità organizzativa e di bon andamento e funzionamento di servizi e uffici di Direzione, la “…necessità della copertura in presenza di una risorsa”, intendendosi quindi in presenza nella sede amministrativa, operativ e legale dell’Azienda Speciale comunale Farmacap, per la giornata con turnazione e distribuzione settimane su 6 giorni, comprensiva del Sabato, con particolare riferimento all’Ufficio Informatico, mentre l’Ufficio tecnico non è tra i settori, servizi e uffici indicati nella delibera numero 7/2020.
In secondo luogo, il provvedimento di “autorizzazione”, effettuato dal precedente Direttore Generale Dott. Mancini, non può costituire un elemento di MODIFICA CON EFFETTI DEROGATORI E SOSTITUTIVI, dell’indicazione e degli effetti di una Delibera Commissariale, con riferimento all’Ufficio farmaceutico.
Si configura quindi una continuata, concreta e attuale, disparità di trattamento tra gli uffici amministrativi e di Direzione, indicati dalla delibera 7/2020, come tra l’altro confermato dalla Sua stessa risposta e riscontro pervenutaci in data 5 luglio u.s.
Inoltre da quanto ci risulta, ci sono state numerose lamentele, sulla mancata presenza degli uffici succitati e del personale in rotazione con modifica della distribuzione dell’orario di lavoro e della turnazione, nella giornata del sabato, rispetto ad altri colleghi e colleghe di altri uffici e servizi, che sono in applicazione delle indicazioni della Del. Commissariale 7/2020, tenuti a garantire, con meccanismo di rotazione e programmazione diversificata, la presenza di 1 persona nella giornata del sabato mattina, con conseguente aggravio di carico di lavoro e con la mancata garanzia di quanto previsto in generale all’articolo 2087 del codice civile, di atti e patti di contenuto discriminatorio ai sensi della Legge 300/1970, articolo 15, determinando un disagio e un trattamento che i colleghi e colleghe che ottemperano alle delibere commissariali, non si meritano.
Si richiede pertanto che siano ripristinate le condizioni di parità di trattamento tra tutti i dipendenti, dei vari uffici, servizi della Direzione centrale e di natura amministrativa, onde garantire un efficace, funzionale e buon andamento, per tutti gli uffici indicati nella Delibera n.7 del 2020, salvo impossibilità organizzative derivante da carenza di personale assegnato.
Distinti saluti e in attesa di atti conseguenti da parte dell’attuale Direzione Generale, si resta a disposizione per ulteriori approfondimenti, che si rendessero necessari per tale operazione di ripristino di condizioni idonee e rispettose per tutti-e, allo scopo di evitare un contenzioso e una controversia formale, agli organi di vigilanza interni e territorili, competenti per materia.

Rsa Usi, Uiltucs Uil, Filcams Cgil

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «No alle privatizzazioni»

1240