il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Resolution: Revolution!

Resolution: Revolution!

(1 Gennaio 2012) Enzo Apicella
Buon 2012

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Memoria e progetto:: Altre notizie

GLOBALISTI, COMUNISTI E L'ABOLIZIONE DELLA PROPRIETÀ PRIVATA

(19 Agosto 2022)

K. Schwab

K. Schwab

I globalisti per bocca di K. Schwab, affermano che nel prossimo futuro non saremo più proprietari di nulla e saremo felici.

Anche i comunisti lottano per l'abolizione della proprietà privata.

Pertanto globalisti e comunisti vogliono la stessa cosa?

Niente di più sbagliato. I globalisti, espressione delle multinazionali, vogliono espropriare i piccoli e medi proprietari, possibilmente anche alcuni più in alto, mirando alle loro proprietà (aziende, negozi, uffici, case, risparmi). Col fine di possedere la maggior parte delle risorse mondiali.

I comunisti sono per l'abolizione della proprietà privata dei mezzi di produzione. Anche e soprattutto delle multinazionali. Il possesso personale non è il loro obbiettivo. Parlo di "comunisti" riferendomi ai seguaci di Marx, Engels e Lenin, oggi una sparuta pattuglia. Ma il comunismo è il movimento reale che rivoluziona lo stato di cose attuale.

Pertanto, globalismo e comunismo sono agli antipodi. Il globalismo mira a mantenere e consolidare il capitalismo, cioè la società attuale basata sullo sfruttamento dell'uomo sull'uomo e della natura, sull'oppressione dell'uomo sulla donna.

Il comunismo è il movimento reale che tende alla sostituzione del capitalismo con un modo di produzione basato sulla cooperazione e non sulla concorrenza, sulla solidarietà e non sullo sfruttamento, sull'uguaglianza di donne e uomini di fatto e di diritto.

Sami Behare

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

2871