il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Praga. Il convitato di pietra

Praga. Il convitato di pietra

(8 Aprile 2010) Enzo Apicella
Usa e Russia discutono il nuovo Trattato Start. Delle armi nucleari di Israele, denunciate da Mordecai Vanunu, non si parla.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Marino/S. Maria delle Mole. Facciamo Scoppiare la Pace: A Bibliopop Assemblea regionale

Il PCI del Lazio svolgerà l'Assemblea regionale in forma aperta

(20 Ottobre 2022)

pci

“All'Assemblea regionale aperta sono invitate forze sociali e politiche che perseguono la pace”, questo il concetto che chiude il manifesto che annuncia l’evento di impegno che stiamo organizzando per sabato 22 alle 17.00 a Bibliopop a Marino/S. Maria delle Mole, commentano gli organizzatori dell’appuntamento. Così, pensiamo si debba rispondere alla guerra e al riarmo. L’unica via che è consentita allo stato attuale delle cose, qui in Europa, come in qualsiasi altra parte del mondo, è il confronto diplomatico. Non può essere consentita, tollerata, l’ottusità ideologica degli USA che in virtù di una supremazia del capitalismo e dell’Occidente, nasconda l’evidenza: esiste un mondo Multipolare. In questa realtà dobbiamo vivere. Valgono le ragioni di tutti, perché tutti siamo viventi del pianeta e tutte le società, i Paesi, i popoli, hanno diritto ad autorganizzarsi, a scegliersi il modo di essere comunità, senza che questo implichi un impoverimento di altri. Meno che mai, senza che questo leda le aspirazioni a società egalitarie. Contro la guerra in Ucraina. Contro l’espansionismo ad est della Nato e la deriva militarista dell’Unione Europea, per la salvaguardia dell’integrità territoriale, per l’autodeterminazione dei popoli. Bisogna affermare la de-escalation, il dialogo e la negoziazione, per una soluzione pacifica, perché l’Ucraina garantisca democrazia ed antifascismo divenendo una nazione neutrale che favorisca una politica di collaborazione tra i paesi europei e la Russia. Il PCI conferma anche su questo tema fondamentale una linea che assume il merito come discriminante, che rifugge da logiche settarie, questioni di assoluto rilievo per il mondo del lavoro, per promuovere la massima opposizione possibile al governo che si prospetta, le cui politiche si preannunciano assai lontane dal costituire la risposta necessaria ai suoi bisogni, in una fase segnata dall’alternativa tra pace e guerra, da una drammatica crisi finanziaria, economica, sociale. Sabato 22 ottobre alle ore 17.00 presso Bibliopop – gentilmente concessa – Assemblea regionale sulla Pace promossa dal PCI, ed aperta a tutte le espressioni sociali, culturali e politiche che condividano l’obiettivo del NO alla guerra, No alle armi, SI alla de-escalation, SI al confronto diplomatico.

Intervengono: Marco Onofrio, scrittore; Massimo De Magistris, dell'ufficio Ecumenismo e dialogo interreligioso della diocesi di Albano; Oreste della Posta, segretario regionale PCI; Mauro Avello, segretario del circolo di Italia Cuba “Gino Donè”; ed altri invitati.

Trasmesso da Maurizio Aversa

2367