IL PANE E LE ROSE - classe capitale e partito
La pagina originale è all'indirizzo: http://www.pane-rose.it/index.php?c3:o5581

 

Senza ritiro immediato dall’Iraq, Rifondazione fuori dal governo!

(15 Novembre 2005)

La lettura dei giornali di oggi ci conferma quanto sia urgente raggiungere un chiarimento programmatico tra le forze dell’Unione.

Fassino, Rutelli, Amato, Boselli, D’Alema, Prodi e, ultimi arrivati, i Radicali della Bonino (che sciagura aver salutato positivamente il loro ingresso nella coalizione!) ci dicono che di ritiro immediato dall’Iraq non ne vogliono sentir parlare!

In questo senso si sarebbero già date garanzie, nei giorni scorsi, non solo all’ambasciatore americano, ma anche a Talabani e cioè al capo di un governo illegittimo insediatosi dopo una guerra coloniale voluta dagli Usa e grazie alla presenza di truppe straniere presenti in Iraq.

Ciò avviene, tra l’altro, proprio quando si scopre che gli Usa hanno utilizzato armi micidiali al fosforo per distruggere Fallujia e piegarne la Resistenza.

Urge un chiarimento. E’ quanto mai necessario, dopo tanti mesi persi inutilmente a parlare di formule e schieramenti, discutere del programma del futuro governo.

Per la sinistra di alternativa, prima di tutto Rifondazione Comunista, occorre avere il coraggio di porre alcune condizioni programmatiche minime senza le quali non si capirebbe perché ci si dovrebbe apprestare a far parte di un governo che appare una fotocopia in peggio di quello del 1996.

Infatti, se tra gli impegni del futuro governo dell’Unione non c’è nemmeno il ritiro immediato dei militari italiani dall’Iraq, non si capisce cosa ci vadano a fare forze come Rifondazione Comunista.

Roma, 14 novembre 2005 h. 14.35

Claudio Grassi
Coordinatore nazionale Essere Comunisti PRC

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Dove va Rifondazione Comunista?»

Ultime notizie dell'autore «Claudio Grassi»

5844