il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

L'altro muro

L'altro muro

(25 Luglio 2011) Enzo Apicella
Wall Street ancora in perdita dopo la mancata decisione del Congresso USA sul debito pubblico

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

Casa di Riposo Comunale di Roma 3: resoconto dell'incontro dell'11 gennaio, svoltosi presso il Dipartimento Politiche Sociali

(18 Gennaio 2023)

CASA DI RIPOSO COMUNALE DI ROMA 3, RESOCONTO COMMENTATO INCONTRO TRA DIREZIONE DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI, COOPERATIVE SOCIALI GMA E GMA IMPRESA SOCIALE E SINDACATI Cgil, Cisl, Cub e Usi fondata nel 1912 del giorno 11 gennaio 2023. Criticità interne e UN CASO ANCORA IRRISOLTO, DI DISPARITA' DI TRATTAMENTO NELL'ASSORBIMENTO E CONTRATTUALIZZAZIONE DI UNA LAVORATRICE "FRAGILE". A cura di Usi fondata nel 1912 segreteria intercategoriale e Rsa Usi 1912 appalto socio assistenziale CdR Roma 3

comunicatousi

Si è svolto il giorno 11 gennaio 2023 l'incontro programmato da tempo e rinviato due volte, relativo a diverse problematiche del personale socio assistenziale, in servizio presso la CASA DI RIPOSO COMUNAE DI ROMA 3 di via G. Ventura, con richieste di chiarimenti e di incontro avanzata da Cgil e Cisl rimaste senza risposta e la fase di CONTROLLO STRAORDINARIO, richiesta da Usi ai sensi dell'articolo 2 comma 2 della Delibera comunale 135 2000, sulla vigilanza e controllo dei servizi esternalizzati per conto di Roma Capitale, dopo aver esperito nei mesi precedenti senza esito positivo, la procedura ALL'OSSERVATORIO COMUNALE SUL LAVORO.

Presenti la Direzione del Dipartimento Politiche Sociali e della Salute, Direttora e dirigente del settore, le cooperative sociali aggiudicatarie del lotto della CdR Roma 3, GMA E GMA IMPRESA SOCIALE 8che da gennaio 2023 ha avviato l'affitto di ramo d'azienda), i sindacati Cgil Roma e Lazio, Cisl Roma e Rieti, la Cub e l'Usi fondata nel 1912,con le rispettive RSA interne, con incontro svolto nella sala riunioni del Dipartimento a Viale Manzoni 16.

Ha preso la parola subito la Cgil anche a nome della Cisl, lamentando che nei mesi successivi all'ingresso della cooperativa sociale GMA nell'appalto, dal 1° giugno 2022, non sarebbero state rispettate le quantificazioni di monte ore giornaliero di 119 ore previsto dal Capitolato di Appalto per 22 Oss utilizzati h24 nei tre turni antimeridiano, pomeridiano e notturno, con un numero complessivo di distribuzione del personale non equilibrato, con aggravio di carichi di lavoro rispetto al passato, a fronte di un pagamento a pacchetto pieno di Roma Capitale, pari a 119 ore di assistenza agli anziani giornaliero, dai calcoli fatti dai due sindacati concertativi, erano sviluppate circa 110 ore giornaliere, dalla GMA soc coop., che percepiva invece il pagamento per intero delle fatture sulle 199 ore e con utilizzo delle referenti (RAA) della Casa di Riposo sui turni con gli operatori al posto delle loro mansioni a coprire i turni e le ore scoperte di servizio socio assistenziale ad anziani autosufficienti e al reparto dei parzialmente non autosufficienti. Le cooperative GMA e GMA Impresa Sociale, rispondevano che non erano esatti i calcoli fatti da Cgil e Cisl, poichè il Capitolato Speciale Descrittivo Prestazionale di Appalto (CSDP) prevedeva per i vari servizi un rapporto minimo di personale nelle diverse fasce di erogazione del servizio rispettando le deliberazioni regionali di settore (1305/2004) pienamente rispettato nel suo complesso di monte ore e di rapporto operatori/utenti da assistere, anche in considerazione dei Piani di Assistenza Individuali Pai, CONCORDATI CON DIPARTIMENTO E ASL, con facoltà come decisione organizzativa interna, del datore di lavoro di utilizzo del personale referente operativo di assistenza (RAA) nei turni, fatto che non è vietato ricadendo nell'organizzazione del lavoro di competenza del datore di lavoro.

Dopo uno scambio di opinioni con le sindacaliste della Cgil, con sostegno della Cisl le cooperative aggiudicatarie, la Direzione del Dipartimento su questo punto, NON RILEVAVA ALCUNA VIOLAZIONE DEL CSDP di Appalto nè del CCNL di settore e invitava per il futuro le OO.SS. a risolvere tali questioni nelle sedi appropriate delle relazioni sindacali interne.

Prendeva la parola il sindacato autorganizzato Usi 1912, ricordando che questo incontro vedeva la confluenza con le richieste di Cgil e Cisl con l'incontro, che veniva quindi unificato, sulla procedura di CONTROLLO STRAORDINARIO previsto dalle delibera comunale citata e dall'esigenza che in corso d'opera fossero finalmente risolte delle discrepanze che avevano inciso, per mesi e in modo penalizzante, la retribuzione del personale addetto ai servizi H24 (non solo il personale OSS ma anche la figura dei portieri e addetti all'accoglienza nella Casa di Riposo di Roma 3, tutto personale proveniente dalla cooperativa sociale uscente IL CIGNO e degli educatori professionali), per i mesi da giugno fino a ottobre 2022 (la segnalazione di Usi 1912 era di settembre) per l'uso non corretto dell'indennità notturna per chi fa le 5 notti al mese, che prevede il pagamento della maggiorazione del 10% su TUTTE le ore svolte dal personale (tutti a tempo pieno quindi sul parametro 165 ore), mentre la cooperativa GMA contabilizzava solo il pagamento di una indennità solo per le notti svolte, con una differenza retributiva a danno del personale di circa cento euro lordi a lavoratore-trice. Inoltre si segnalavano errori sulle buste paga reiterati per mesi, sbagliando su ferie, permessi, indennità e trasparenza delle buste paga, obbligando il personale ad un continuo lavoro di segnalazione di queste disfunzioni per vederne a distanza di mesi, la loro correzione e con intervento costante del sindacato a sostegno delle ragioni degli operatori, come per carichi di lavoro non equilibrati nei tre turni che non prevedevano come era in passato, delle figure di sostituti per coprire malattie. ferie, assenza lecite del personale nei turni. Usi 1912 segnalava poi una violazione e mancata applicazione delle disposizioni del CCNL sul cambio di gestione e di assorbimento del personale, delle normative sul codice degli appalti e delle nove norme valide per la Regione Lazio in materia di assorbimento e tutela occupazionale (articolo 6 Legge Regionale 9 del luglio 2022), anche con un accordo sindacale sottoscritto il 24 maggio 2022, in quanto non assorbita nè contrattualizzata, una lavoratrice inserita nell'elenco del personale in servizio nell'appalto, che fino al 31 luglio era in malattia e in carico alla cooperativa uscente e che andava assorbita e assunta da GMA società cooperativa sociale, dal 1° Agosto 2022 (mentre gli altri 29 dipendenti, erano stati assorbiti con decorrenza 1° giugno 2022, quando era iniziato il subentro), con una disparità di trattamento (vietata all'articolo 15 della legge 300 1970) basata sull'età anagrafica della lavoratrice (68 anni) che da anni lavora pur se titolare e beneficiaria della legge 104 92 grave e di terapie oncologiche che deve fare periodicamente, pur avendo avuto nella gestione passata la dichiarazione di idoneità lavorativa e di capacità allo svolgimento delle mansioni di OSS. USI documenti alla mano, esponeva in sede di controllo straordinario alla Direzione del Dipartimento quale stazione appaltante, le ragioni della lavoratrice ad essere assorbita come tutti gli altri, segnalando che le cooperative aggiudicatarie NON AVEVANO ADEMPIUTO AI LORO OBBLIGHI CONTRATTUALI E DI LEGGE, rifiutandosi con motivazioni pretestuose e non provate, di assorbire la lavoratrice perchè a loro dire aveva già i requisiti per andare in pensione, violando anche le prerogative contrattuali e di legge all'assorbimento e alla prosecuzione del rapporto di lavoro come previsto per molti altri casi, persino dalla famigerata legge Fornero (si precisa che la collega è anche una lavoratrice immigrata peruviana, fatto che ogni volta che veniva accennato provocava scene isteriche e strilli dei presidenti della cooperativa, che negavano ci fossero discriminazioni di quel genere...infatti Usi 1912 aveva sostento, scritto, spiegato che la legge 300 1970 all'articolo 15 qualificava come atti discriminatori anche quelli per età, di handicap e che rechino pregiudizio nelle assunzioni e nei diritti, applicati invece ad altri suoi colleghi utilizzati da oltre 20 anni nell'appalto alla Casa di Riposo comunale..non per le discriminazioni relative alla sua origine non comunitaria...). SITUAZIONE ABBASTANZA CHIARA, CHE PORTAVA USI 1912 A CHIEDERE CHE FOSSE FINALMENTE APPLICATO CORRETTMENTE IL CCNL Cooperative Sociali (violazioni articoli 3 e 37), dell'articolo 15 dello Statuto dei Lavoratori e degli articoli 50 e 105 comma 9 del codice degli appalti Decreto Legislativo 50/2016 e modificazioni, ripristinando il diritto della lavoratrice ad essere finalmente assorbita e contrattualizzata (essendo inserita nell'elenco del personale in forza al cambio di appalto quindi anche in ossequio al punto C dell'accordo sindacale stipulato in data 24 maggio 222 da GMA con Cgil, Cisl Cub e Usi), prevedendo solo in seguito a tale regolarizzazione, la verifica dei requisiti di contributi versati uniti all'età per poter essere collocata in pensione, senza valutazioni pregiudiziali del datore di lavoro prima dell'assorbimento, chiedendo in fase di controllo straordinario alla stazione appaltante di Roma Capitale la verifica di tale condotta di violazione di norme contrattuali e di legge. La Cooperativa sciale GMA, e quella subentrata come affitto di ramo d'azienda GMA Impresa Sociale, sul primo punto dichiaravano che con le BUSTEPAGA DI DICEMBRE 2022 (che il personale percepirà a fine gennaio 2023), saranno COMPUTATE PER GLI AVENTI DIRITTO, PER I MESI DA GIUGNO A OTTOBRE 0222, LE DIFFERENZE RETRIBUTIVE SULL'INDENNITA' DI LAVORO NOTTUNO SULLA V NOTTE, nonchè di aver fatto le verifiche su diverse segnalazioni di errori nelle buste paga festività non pagate, ferie non retribuite permessi pagati in modo inesatto, regolarizzando le somme dovute al personale. Interviene la Cub, scusandosi per non aver trasmesso a Usi 1912 la comunicazione, affermando di aver firmato un accordo interno con GMA, nel quale si dichiarava chetali somme non pagate sarebbero state corrisposte con la busta paga di DICEMBRE 2022 e che per il futuro sarebbe stato applicato correttamente il CCNL art 55 e 56, sull'indennità di turn per le notti...LA GMA rincarava la dose, affermando di aver risposto con lettera al Dipartimento che aveva fatto richiesta di chiarimenti(ndr la Direzione del Dipartimento aveva partecipato all'incontro da remoto presso Osservatorio comunale sul lavoro e ricevuto la documentazione a titolo di prova da Usi 1912 nei mesi precedenti...) che tale problema si sarebbe risolto...dimenticandosi di mandare per ovvia conoscenza al soggetto segnalante Usi 1912 e anche a Cgil e Cisl COME FIRMATARI DEL CCNL di settore (che infatti nemmeno loro avevano ricevuto nulla in merito...nemmeno risposta alle loro comunicazioni sul monte ore complessivo giornaliero...), tale dichiarazione. ASPETTEREMO FIDUCIOSI, risposta della delegazione USI 1912, evidenziando che da novembre 2022 la turnazione del personale OSS era infatti cambiata, eliminando del tutto la V notte e modificando orari e turni di lavoro per aggirare il problema, limitando alle 165ore mensili medie le prestazioni del personale senza dare possibilità di copertura di turni scoperti, tramite disponibilità interna o uso equilibrato di TUTTE LE PERSONE CHE DOVEVANO ESSERE RICOLLOCATE. Problema e situazione che rimane invece per il personale di portineria (5 persone, di cui 1 ancora precaria, assunto a tempo determinato in sostituzione di collega nel frattempo andata in pensione...MA CHE PRIMA ERA STATA ASSORBITA E CONTRATTUALIZZATA DA GMA, cosa che alla collega peruviana non è stato garantito...) utilizzato anch'esso h24 su turni.

PARADOSSALE LA RISPOSTA SUL FATTO DEL MANCATO ASSORBIMENTO DELLA LAVORATRICE CON PATOLOGIA ONCOLOGICA E TITOLARE DI LEGGE 104 92 GRAVE, DI 68 ANNI (e con carico di famiglia a suo carico...), prima si è detto che NON SAPVEANO che avesse tali patologie e tutela della 104 (BUGIA, la coop uscente il CIGNO e la stessa lavoratrice ai primi di agosto del 2022, avevano consegnato la documentazione...all'ufficio del personale di GMA), poi ha dichiarato citando sentenze del Consiglio di Stato sulla libertà di iniziativa di impresa art 41 Costituzione, sulla LIBERTA' DEL DATORE DI LAVORO DI ASSUMERE DISCREZIONALMENTE SENZA VINCOLI ED OBBLIGHI DI ASSORBIMENTO (Usi ha interrotto dicendo che non siamo in America e nel regime di common law., in Italia le SENTENZE NON CREANO DIRETTAMENTE DIRITTO ...), citando altre sentenze che a loro dire legittimavano il datore di lavoro a porre pregiudizi sull'assorbimento nei cambi di appalto, di personale con età anagrafica avanzata e che va collocata fuori dal rapporto di lavoro, citando a sostegno di questo argomento un passaggio dell'accordo sindacale sottoscritto il 24 maggio 2022, in cui si sarebbero "...valutate le risorse in area pensionistica per l'eventuale fine lavoro", concludendo che non vi era alcuna violazione contrattuale e di legge che aveva posto l'Usi 1912, concludendo con una chicca : L'OSSERVATORIO COMUNALE SUL LAVORO NON AVREBBE TROVATO NULLA DI IRREGOLARE, QUINDI IL COMPORTAMENTO TENUTO DA GMA ERA CORRETTO.. REPLICA SECCA DEL SINDACATO, A SMENTIRE LE FANDONIE EGLI ARRAMPICAMENTI SUGLI SPECCHI DI CERTE COOPERATIVE (poco "sociali" su questi punti...).PER PRIMA COSA, L'OSSERVATORIO COMUNALE SUL LAVORO NONE' UN GIUDICE E SVOGE FUZIONE DI DIALOGO SOCIALE E DI MEDIAZIONE ATTIVA E NON PRENDE PARTI DI FUNZIONE GIUDICANTE, SULLA CONDOTTA DATORIALE OGGETTO DI SEGNALAZIONI NELLA SPECIFICA PROCEDURA DELLE DELIBERE DEL CONSIGLIO COMUNALE 135 2000 E 259 2005, COMPITO DI VIGILANZA E CONTROLLO SPETTA ALLA STAZIONE APPALTANTE IN CORSO D'OPERA DELLO SVOLGIMENTO DEGLI APPALTI (procedura della D.C.C. 259 2005 rafforzata dai compiti istituzionali di RUP e DEC del CODICE DEGLI APPALTI D. LGS. 50 2016 applicativo di Direttive UE in materia di appalti, affidamenti e convenzioni con Pubbliche Amministrazioni per erogazione di servizi...). QUINDI NON E' VERO QUELLO CHE AFFFERMA LA GMA (e la GMA Impresa sociale in virtù degli obblighi di ci all'articolo 2112 del codice civile, aggiunge l'Usi 1912, che ha firmato anche l'accordo a novembre del 2022 di tutela delle condizioni di lavoro e salariali della forza lavoro, per l'affitto di ramo d'azienda tra cooperative gemellate dello stesso gruppo...) E CI SONO REGISTRAZIONI DELL'INCONTRO E VERBALE DELL'OSSERVATORIO A SMENTIRLO.

In secondo luogo, è stato LETTO il punto C dell'accordo sindacale del 24 maggio 2022 sul cambio di gestione e di appalto per la Casa di Riposo di Roma 3 "La Cooperativa GMA dichiara di voler procedere all'assunzione dei lavoratori come da elenco (Allegato 1)e parte integrante del presente verbale di accordo, se in possesso dei requisiti soggettivi e oggettivi previsti dalla Dgr 1305 2004 e dal CCNL applicato oltre che da quanto inserito nei documenti di gara". PIU' CHIARO DI COSI'. Il fatto ancora più degradante di questa vicenda, è che la cooperativa aggiudicataria e quella esecutrice di questo appalto, è che nella turnazione del mese di Gennaio 2023, risultano INSERITI IN ORGANICO E NEI TURNI, SOSTITUTI PRESI DA ALTRI APPALTI di GMA E IN REGIME DI PART TIME, mente alla lavoratrice peruviana, NEMMENO E' STATA PROPOSTA LA POSSIBILITA' DI ESSERE UTILMENTE UTILIZZATA PER CONTINUITA' LAVORATIVA, nonostante le sue dichiarazioni di voler continuare a lavorare, per mantenere la famiglia e non darla vinta al "nemico oscuro" contro il quale combatte da anni.

TERMINATO ALLE 16.30 DOPO QUASI DUE ORE DI DISCUSSIONE SUI VARI PUNTI, l'incontro FINISCE LA FASE DI PROCEDURA DI DIALOGO SOCIALE...LA QUESTIONE E' POSTA ORA ALLE DETERMINAZIONI DELLA STAZIONE APPALTANTE, per la questione sollevata da Cgil e Cisl, il Dipartimento Pol. Sociali e della Salute ha già chiarito che non ha trovato violazioni del CSDP di appalto o del CCNL. Sulle questioni sollevate da Usi 1912, auspica che per la parte salariale gli errori di calcolo e di valutazione sulle indennità notturne, saranno regolarizzate con la prossima busta paga come dichiarato da GMA-GMA IMPRESA SOCIALE, sulla vicenda della lavoratrice non assorbita, leggerà il verbale dell'Osservatorio comunale e valuterà i fatti ...SPERIAMO CHE LI VALUTINO SENZA FARSI CONDIZIONARE e che seguano la CORRETTA APPLICAZIONE DELLE NORME DI TUTELA, invitando come prevede la procedura della D.C.C. 259 2005 e il buon senso, entro 10 giorni dalla chiusura del controllo straordinario, la cooperativa a rimuovere il fattore che ha recato alla lavoratrice, per diversi mesi, la continuità lavorativa e la salvaguardia occupazionale, garantita agli altri 29 dipendenti su 30 dell'elenco parte integrante dell'accordo sindacale sul cambio di gestione, sottoscritto il 24 maggio 2022 da tutti i sindacati presenti e dal datore di lavoro subentrante.

IL RISCHIO E' CHE CREI UN PERICOLOSO PRECEDENTE A ROMA CAPITALE E NEGLI APPALTI, CON UNA DISCREZIONALITA' DATORIALE CHE NON E' PREVISTA DALLE DISPOSIZIONI DEL CONTRATO COLLETTIVO NAZIONALE, DALLE LEGGI NAZIONALI SU CONTRATTI PUBBLICI E DALLA RECENTE LEGGE REGIONALE PER IL LAZIO numero 9 del luglio 2022 articolo 6 per le tutele nei cambi di gestione e appalto (di cu la GMA ha contestato, in sede di Osservatorio comunale, la sua applicazione temporale nel caso concreto che si è segnalato, dove la singola lavoratrice avrebbe dovuto essere assorbita e contrattualizzata dal 1° agosto 2022, mentre il subentro nell'appalto era dal 1° giugno 2022 per gli altri ma non per lei, in malattia fino al 31 luglio 2022 con differimento della tempistica di assorbimento e assunzione dal subentrante), IN VIRTU' CHE CHI SI AGGIUDICA GLIAPPALTI, HA POI MANO LIBERA DI FATO SENZA ALCUN CONTROLLO O VINCOLO DA PARTE DELLE STAZIONI APPALTANTI PUBBLICHE, CON SOLDI PUBBLICI IN CUI IL "RISCHIO DI IMPRESA" DI COOPERATIVE, AZIENDE E RAGGRUPPAMENTI VARI AGGIUDICATARIE E' TENDENZIALMENTE PARI A ZERO EURO E ZERO CENTESIMI...DI TASCA LORO...scaricando tutto il costo e il peso sulla cittadinanza e sui contribuenti, tra cui i beneficiari dei servizi pubblici esternalizzati.

USI 1912 proseguirà nella sua azione di tutela, in base a quello che deciderà la stazione appaltante del Dipartimento Pol. Sociali e della Salute, nelle sedi opportune e competenti, proprio per non cedere su punti prioritari delle gestioni di servizi rilevanti, specie quelli sanitari e socio assistenziali o educativi, affidati in appalto. VERIFICHEREMO SE IL RECENTE PASSATO DEL SISTEMA DI MAFIA CAPITALE HA LASCIATO PESANTI EREDITA' O, COME AVVIENE NELLE BATTAGLIE CONTRO IL MECCANISMO MAFIOSO E CRIMINALE, PREVARRA'LA GIUSTIZIA SOCIALE CON GLI ANTICORPI DELLA CIVILTA' GIURIDICA RISPETTO ALLA BARBARIE E ALLE ABERRAZIONI FORMALI, LONTANE DALLA CORRETTA APPLICAZIONE PURE DELLE LEGGI E DEI CONTRATTI CHE REGOLANO GLI APPALTI PUBBLICI...Su questo, verificheremo anche la capacità di resistenza di chi in quei servizi ci lavora e i rapporti di forza necessari per respingere gli attacchi alle condizioni di lavoro e di vita delle classi lavoratrici e dei settori popolari impoveriti e impauriti dalla crisi, come dalla pandemia e dalle guerre.

Unione Sindacale Italiana Usi fondata nel 1912 Segreteria intercategoriale e Rsa interna

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Flessibili, precari, esternalizzati»

Ultime notizie dell'autore «UNIONE SINDACALE ITALIANA USI»

1842