">

IL PANE E LE ROSE - classe capitale e partito
La pagina originale è all'indirizzo: http://www.pane-rose.it/index.php?c3:o55861

 

FARMACAP: Cgil, Cisl, Uil e Usi fondata nel 1912 designano, all'interno delle rispettive RSA, 4 RLS (Rappresentanti Lav. per la Sicurezza)

Contraria l'Ugl, che cerca di boicottare i controlli e l'intervento attivo di tutela nelle farmacie comunali e negli sportelli sociali

(3 Febbraio 2023)

farmacap

ALLA FINE, dopo una diatriba DURATA ANNI E LE OMISSIONI DEI PRECEDENTI COMMISSARI STRAORDINARI, COMMISSARI LIQUIDATORI E DIRETTORI COMPIACENTI ALLA MANCATA TUTELA SU SALUTE E SICUREZZA, con atti autonomi ma congiunti negli intenti, Cgil Cisl Uil e Usi 1912 designano dopo approvazione interna associati e dipendenti, la figura di RLS, chiedendo l'applicazione del D. Lgs. 81 2008 art. 47 comma 4. Per la Usi 1912, la designazione è in combinato disposto con l'articolo 9 della Legge 300 1970, quale strumento da far operare in stretta sintonia con le Rsa in carica e attive, per gli stretti intrecci tra la piena applicazione delle tutele in materia di salute e sicurezza sul lavoro e degli ambienti di lavoro (sede centrale, 45FARMACIE COMUNALI E 10 SPORTELLI SOCIALI DI PROSSIMITA' SUL TERRITORIO COMUNALE, spesso in zone popolari e con locali da ammodernare) con i carichi di lavoro, i ritmi e gli orari di servizio e l'intervento nell'organizzazione del lavoro, di prerogativa datoriale e padronale ma che è stato oggetto di aspri scontri in Farmacap, durante la fase di difesa della natura PUBBLICA dell'azienda dai tentativi reiterati di privatizzazione e liberalizzazione. Contraria la Ugl che fino all'ultimo sta provando a condizionare l'azione della Direzione Generale e del Cda, per boicottare l'entrata in funzione con tutti i crismi, della figura di Rls. I sindacati territoriali hanno pure sottoscritto a dicembre del 2022 un testo di accordo sindacale su questa importante funzione e figura, che la Farmacap non sta ancora attuando perla parte relativa alla FORMAZIONE RETRIBUITA DEI COMPONENTI RSL, uno per ogni sindacato scelto all'interno della rappresentanza sindacale aziendale, che opera congiuntamente da anni con unità di azione costruita e verificata volta per volta, L'INFORMAZIONE E L'ADDESTRAMENTO, rinviando continuamente la riunione periodica prevista dal D. lgs. 81 2008 articolo 35 e la disamina del DVR Documento di Valutazione die Rischi 8art. 28 D. Lgs. 81 2008), che è fondamentale per il rilancio delle attività IN SICUREZZA DELLA FARMACAP, il rispetto di idonee condizioni di salute del personale utilizzato nelle farmacie, negli sportelli sociali e nella sede centrale, collegato al modello di organizzazione del lavoro e alle linee guida strategiche, di competenza dell'Assemblea Capitolina.

Sullo sfondo la generale tutela, come dichiarano da anni da Usi 1912 e dalla Rsa interna del sindacato autorganizzato, comparativamente rappresentativo in Farmacap, come responsabilità contrattuale ai sensi dell'art. 2087 del codice civile, altro baluardo normativo di tutela dell'integrità psico fisica e della dignità morale del personale dipendente, un vero obbligo dovere delle aziende pubbliche e private, delle cooperative, un diritto pretesa tutelato dalle altre leggi, per ogni prestatore di lavoro subordinato. RIUSCIRE A FAR ENTRARE IN FUNZIONE OPERATIVA LE RLS, su un territorio enorme come quello della Capitale d'Italia dove sono disseminate le tante sedi di lavoro di Farmacap, IN SINTONIA CON L'AZIONE DELLE RSA dello Statuto dei Lavoratori (e delle Lavoratrici), è condizione fondamentale per il vero rilancio dell'Azienda farmacosiosanitaria FARMACAP, anche dal tentativo di renderla meno redditizia per i servizi alla cittadinanza a prezzi calmierati rispetto alla metodologia da "supermercato" delle farmacie private, evitando in assenza di un Contratto di Servizio adeguato alle nuove esigenze, coerente con il Piano strategico operativo (IL PIANO INDUSTRIALE DELLE AZIENDE PUBBLICHE DI PRIMO LIVELLO) e delle linee guida come indirizzo fornito dall'Assemblea Capitolina, non ancora approvato dal Consiglio comunale, LA POSSIBILITA' DI CESSIONE DI ALCUNE FARMACIE AL PRIVATO e l'assoggettamento anche delle attività nel settore sociale di Farmacap, alle "regole del mercato nel terzo settore", che tanti danni ha provocato per i servizi socio sanitari, socio assistenziali, educativi, di orientamento lavorativo post scuola e di superamento di barriere per l'inclusione sociale e scolastica nelle scuole (con la figura di Oepac). TENDENZA che sarà ULTERIORMENTE AUMENTATA SE NON SI CONTRASTA E SI SCONFIGGE IL PROGETTO GOVERNATIVO E LEGISLATIVO DELL'AUTONOMIA DIFFERENZIATA. e dei suoi effetti devastanti su salute, sanità, istruzione ed educazione, servizi sociali, trasporti,...

Funzionale a tale opera di boicottaggio e di fatto CONTRO LE ISTANZE, BISOGNI REALI E DIRITTI COLLETTIVI E INDIVIDUALI della forza lavoro, al di là delle dichiarazioni di facciata sul modello collaborazionista-corporativo, gli interventi di UGL, che con gli ultimi atti ha gettato la maschera e sta rispettando le previsioni negative di condizionare in pejus le attività istituzionali del Presidente e del Cda nominato dalla Giunta Gualtieri e di fatto ricattando l'operato dell'attuale Direzione Generale, frenando tutti i possibili miglioramenti di condizioni di lavoro, di valorizzazione e sviluppo professionale dei dipendenti interni, di vita del personale e la sua rinnovata capacità di impatto come AZIENDA PUBBLICA nella Capitale d'Italia,

Ciò, a TUTTO VANTAGGIO DI QUEI POTERI FORTI che hanno bisogno di smantellare e ridurre la Farmacap a soggetto marginale, con organico ridotto e risorse finanziarie insufficienti, per rendere appetibile il MERCATO del farmaco e di prestazioni collegate, sul territorio, per OTTENERE MAGGIORI PROFITTI con la liberalizzazione di tariffe e la privatizzazione dei servizi una volta pubblici, come del resto sta avvenendo per altre aziende pubbliche di primo livello su servizi strategici (Roma Multiservizi e dilatando a tempi lunghissimi, il passaggio in house, specie sui servizi di supporto e ausilio integrato al sistema scolastico educativo, la Cultura con la ristrutturazione di ZETEMA, il ciclo dei rifiuti con AMA, acqua ed energia con ACEA e aziende collegate, il controllo finalizzato alle speculazioni finanziarie ed edilizia nella programmazione URBANISTICA e di fatto sul PRG, al controllo dei flussi dei dati della cittadinanza come "utenti catastali", tenendo sotto botta Risorse per Roma, tra cui l'Ufficio Condono Edilizio e gli sportelli al cittadino...).

Vedremo se pure su questo aspetto della SALUTE E SICUREZZA SUL-DEL LAVORO, alla fine prevarrà la CIVILTA' SULLA BARBARIE, facendo effettuare dopo la formale designazione (di poterli "eleggere" non ce stavano e non ce ne sono, le condizioni di TRASPARENZA E DI "SERENITA' DEMOCRATICA", con il fortissimo rischio di trovarsi Rls svincolati dall'azione costruttiva con le Rsa e i sindacati più combattivi, se non Rls troppo compiacenti e silenziosi...), da parte di Cda e Direzione Generale, troppo attenta alle suggestioni fornite da Ugl (compreso il tentativo stroncato sul nascere, di voler IMPORRE DALL'ESTERNO SCIPPANDOLE AI SINDACATI E FUORI DALLE RSA INTERNA LA FIGURA DI RLS, PER METTERE UN RLST di comodo...filo aziendale come proposto proprio dalla UGL COME SOLUZIONE FINALE...), ATIVANDO L'INFORMAZIONE, LAFORMAZIONE DI RLS, LA LORO PRONTA ESECUTIVITA'.

Una battaglia senza esclusione di colpi, L'ANNO 2023 E' INIZIATO, la ripresa delle forme di tutela di chi lavora e di garanzia per i servizi alla cittadinanza, sarà proporzionata e coerente con le nostre piattaforme rivendicative elaborate dal basso su SALARIO, DIRITTI, SALUTE E SICUREZZA AL 100%... un antico proverbio popolare dice "QUANDO IL GATTO NON C'E', I TOPI BALLANO..., " ma poi il PROVERBIO SI CONCLUDE CON "...MA POI IL GATTO RITORNA" e se sono gatti-e neri-e come quelli presenti in Farmacap e in altre aziende pubbliche, a Roma Capitale, negli appalti ASL e delle cooperative sociali , imprese di pulizie, nei servizi...i topolini rischiano di fare una brutta fine, in modo perfettamente lecito e legale...miao miao miao, stiamo affilando le unghiette... BUONA RESISTENZA ATTIVA.

A cura della segreteria intercategoriale di Usi fondata nel 1912 - servizio legale e controversie di lavor

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «No alle privatizzazioni»

Ultime notizie dell'autore «UNIONE SINDACALE ITALIANA USI»

3787