">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Psicocomunista

Psicocomunista

(14 Novembre 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Roma. Incontro tra PCI e Rifondazione/UP. Confermata volontà di unire le forze

Sul tavolo i grandi temi, ma anche gli appuntamenti di lotta e le prossime amministrative

(22 Marzo 2023)

Per molti motivi, dalle questioni della crisi internazionale alla crisi economica che soffoca lavoratori e lavoratrici e i ceti popolari, Rifondazione Comunista e il PCI sono fortemente sensibili a dare risposte positive alle attese di rappresentanza e di riferimento sociale e politico. Questo sia guardando i risultati delle ultime regionali, sia in relazione alle lotte sociali e ad appuntamenti elettorali come le prossime amministrative.
Il PCI ha commentato in questa breve nota.

Nei giorni scorsi, una delegazione del Partito Comunista Italiano, Comitato regionale del Lazio, ha incontrato presso la sede di Rifondazione Comunista a Roma, una equivalente delegazione di dirigenti. I temi affrontati in questo frangente sono stati oltre che le preoccupazioni circa la fase internazionale e nazionale e la crisi che attanaglia lavoratrici e lavoratori a seguito della insostenibilità del sistema capitalistico. Valutazioni sono emerse anche per quanto riguarda le recenti elezioni regionali che consegnano la regione Lazio ad una periodo in cui la destra avrà mano libera e in cui nessuna presenza, fino ad ora, potrà dare voce alle proposte, agli indirizzi alle rappresentanze sociali di cui vogliono essere rappresentanti e punti di riferimento il Partito Comunista Italiano, il Partito della Rifondazione Comunista e Unione Popolare. Anche per questo e in considerazione del compito che i comunisti hanno nella società e verso lavoratori e lavoratrici e verso i ceti popolari, il PCI ha ribadito la necessità di unire nelle lotte e negli appuntamenti che possano essere risposta ai bisogni popolari e dei lavoratori, le forze comuniste e le forze della sinistra di classe, ancor di più di quanto fatto fino ad ora. Rifondazione comunista ha sostanzialmente confermato questa stessa necessità. Infine, in procinto di un nuovo appuntamento istituzionale/elettorale quale è quello alle porte per alcuni appuntamenti amministrativi, tra cui il rinnovo del Consiglio comunale di Latina, il PCI ha proposto una stringente verifica per riscontrare liste unitarie comuniste, o comunque liste con la partecipazione visibile dei comunisti in alcune determinate realtà. Secondo Rifondazione, che ha fornito al quesito, completa risposta anche dopo una specifica riunione con Unione Popolare, ciò sarà possibile nella autonomia delle realtà locali che mantengono un proprio grado di giudizio e scelta. “Il Partito Comunista Italiano - ha commentato Oreste della Posta, segretario del PCI Lazio - si comporterà come sempre. Anche se non pienamente soddisfatti della risposta, prendiamo atto e ci attrezziamo per mantenere possibile l’unità delle forze della sinistra di classe insieme ad altre che vorranno convergere sui temi e programmi a difesa dei ceti popolari che siano alternativi oltre che alla destra anche al centrosinistra e al PD. Noi comunisti, che, ribadiamo, dalla consistenza emersa dalle regionali dove da soli abbiamo equiparato e spesso superato il raggruppamento scelto dai compagni di Rifondazione con De Magistris, restiamo caparbiamente disponibili per un lavoro unitario, pronti a correre anche da soli se non sarà possibile fare diversamente”.

Trasmesso da Maurizio Aversa

3545