il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Siemens Cassina de Pecchi: 400 posti di lavoro a rischio.

I lavoratori scioperano e raggiungono in corteo il Comune.

(19 Novembre 2005)

Martedi’ 22 novembre, ore 14.00 presidio davanti alla Provincia

Per protestare contro la decisione aziendale di chiudere il reparto produttivo dello stabilimento, i lavoratori della Siemens di Cassina de’ Pecchi oggi hanno scioperato e raggiunto in corteo il Comune.

La scelta di spostare la produzione nello stabilimento di Marcianise (in provincia di Caserta) e di depotenziare il sito di Cinisello Balsamo è stata comunicata ai rappresentanti dei lavoratori lunedì scorso dal nuovo amministratore delegato di Siemens Italia.

Sulla sorte dei 400 operai di Cassina, il gruppo dirigente di Siemens per ora non ha speso una parola.

E’ più che legittima, quindi, la preoccupazione dei lavoratori e del sindacato che oggi, nell’incontro avuto con il sindaco di Cassina de’ Pecchi, hanno potuto registrare il reale interessamento dell’amministrazione cittadina a fare in modo che “ le scelte dell’azienda non si traducano in un disastro occupazionale”.

Per martedì 22 novembre è già in programma un incontro con l’assessore alle crisi industriali e occupazionali della Provincia di Milano.

per la difesa dell’occupazione e per garantire un futuro agli stabilimenti Siemens di Cassina e Cinisello”. “In occasione dell’incontro in Provincia di martedì 22 novembre invitiamo i lavoratori a partecipare la presidio organizzato in Via Vivaio 1 a Milano a partire delle ore 14.00 per dare visibilità a un problema.

Milano 18 novembre 2005

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Lavoratori di troppo»

8940