">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Il capitalismo spiegato ai bambini

Il capitalismo spiegato ai bambini

(17 Novembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

Un Amministratore part time? Non è così che si rilancia Risorse per Roma

È ora di ascoltare la voce dei lavoratori e delle lavoratrici in stato di agitazione!

(24 Maggio 2023)

Risorse decima

Se non lo scrivessero alcuni noti quotidiani nazionali stenteremmo a crederlo. Per rilanciare Risorse per Roma, società strategica nel campo dell’urbanistica e della gestione del patrimonio, a breve Roma Capitale potrebbe conferire un incarico part time ad Albino Ruberti, ex Capo di Gabinetto del sindaco Gualtieri e neoeletto vicepresidente di Acea Ato 2. Oltre a rappresentare Roma Capitale nel CdA di Acea Ato 2 - che gestisce il servizio idrico di più di cento comuni laziali - secondo la stampa Ruberti sarà chiamato a sostituire il dimissionario Simone De Santis alla guida di Risorse per Roma.

Tra una conferenza dei servizi e un’emergenza idrogeologica, un’assemblea con i cittadini di Ladispoli e un sopralluogo a Grottaferrata il nuovo AU potrà riprendere fiato occupandosi en passant dell’Ufficio Condono di Roma, suggerendo qualche modifica al bilancio aziendale ancora non approvato, schizzando su un post-it il nuovo organigramma, facendo qualche ritocchino al futuro Piano Operativo Strategico, inviando su whatsapp la sua proposta di Contratto di servizio (anche questo ancora al palo). E se l’agenda lo consente potrà dare un’occhiata alle segnalazioni dei cittadini scontenti per lo stallo delle procedure di condono o alle richieste degli assessorati per coprire un servizio rimasto scoperto, e magari chiudere in bellezza la giornata dedicando qualche minuto a convincere la Giunta che urge un congruo aggiustamento di bilancio che garantisca sostenibilità a Risorse per Roma ancora per i prossimi anni.

Come noto i lavoratori di Risorse per Roma non partecipano al totonomine, sono troppo impegnati ad affrontare ogni giorno le pesanti conseguenze di anni di malagestione e politiche di piccolo cabotaggio: qualche premio ad personam tanto per dividere i lavoratori, l’Ufficio Condono ridotto a un reparto confino, i lavoratori nei dipartimenti usati come personale in somministrazione, rinuncia a qualsiasi progetto di sviluppo aziendale e di rilancio dei settori ritenuti (solo a parole) strategici.

Non possono però tacere la loro preoccupazione di fronte alla prospettiva di dover attendere ancora per vedere affrontati con serietà e capacità di visione i numerosi impegni a cui hanno più volte richiamato non solo l’Azienda, ma tutte le forze politiche e sindacali della città:
- l’approvazione del nuovo Contratto di servizio (quello attuale è in proroga dal 2021)
- l’aggiustamento di bilancio adeguato per il successivo biennio
- riconoscimento professionale e retributivo per tutti i lavoratori (che anche durante l’emergenza hanno
dimostrato di saper portare avanti i loro servizi con professionalità e efficienza)
- chiarezza e trasparenza nella gestione delle politiche del personale
- applicazione per tutti e senza distinzione del PTPCT, del Regolamento per la rotazione del personale e
del Codice etico aziendale
- diritto alla salute per i lavoratori dell’Ufficio Condono (solo per questo punto ci vorrebbe un intero comitato attivo H24)
- sicurezza per tutti gli operatori della piattaforma telematica SICER
- maggiori tutele e indennità per i lavoratori dello sportello e dell’archivio
- accordo per lo smart working senza ulteriori rinvii (e senza prendere in giro i lavoratori di Risorse che attendono da due anni di vedere come funziona una città in 15 minuti!)

I lavoratori tornano a chiedere al più presto un confronto aperto con tutte le forze politiche della città, con l’Azienda, i sindacati e se lo vorrà anche con il sindaco (e con la CCP Trasparenza per il tema corruzione).

Risorse per Roma è una società strategica e vuole continuare a esserlo. Ma nessun rilancio potrà partire da un cambio al vertice (peraltro part time!), ma solo dalla valorizzazione e dall’ascolto del personale che lavora a tempo pieno al servizio della città.


L’Assemblea Permanente
dei Lavoratori dell’Ufficio
Condono (APLUC)

RSA USI RpR
USI fondata nel 1912

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Flessibili, precari, esternalizzati»

Ultime notizie dell'autore «UNIONE SINDACALE ITALIANA USI»

1804