">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Sasà Bentivegna, Partigiano

Sasà Bentivegna, Partigiano

(3 Aprile 2012) Enzo Apicella
E' morto ieri a Roma Rosario Bentivegna, che nel 1944 prese parte all’azione di via Rasella contro il Battaglione delle SS Bozen.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Ora e sempre Resistenza)

Apertura sede Anpi a Riace

(29 Maggio 2023)

carla nespolo

Carla Nespolo

Un altro barlume di speranza si è acceso nella locride. Con la presenza di dirigenti provinciali e regionali è stata inaugurata sabato 27 Maggio l’apertura a Riace, della sede Anpi dedicata a Carla Nespolo e ospitata dalla camera del lavoro CGIL ‘Pasquale Aprigliano’. Già Presidente nazionale Anpi dal 2017, Carla Nespolo, è stata la prima donna Presidente dell’associazione che ha diretto con grande capacita, passione e saggezza politica, ricalcando il solco della tradizione partigiana e custodendo la grande eredità dei valori della Resistenza, fino alla sua morte avvenuta nel 2020. La targa apposta all’entrata della sede è stata scoperta dal partigiano Aldo Chiantella di Reggio Calabria,nome di battaglia ‘Fieramosca’ che è stato invitato alla veneranda età di 98 anni, per offrire la propria testimonianza di protagonista della Resistenza, al dibattito moderato da Lucia Spagnolo, militante politica e attivista sindacale della locride. Aldo Chiantella continua a testimoniare e a portare in giro il ricordo della sua esperienza. E’ una memoria, quella del partigiano Chiantella, che fa ancora molto male alla propria coscienza e che ha segnato la sua vita perché anche lui come tanti altri ha dovuto ammazzare un “nemico” e sporcarsi le mani di sangue, ponendo fine alla vita di un giovane tedesco, sconosciuto e innocente che gli era fratello e che ogni notte torna a chiedergli perché. L’incontro, in cui è stata proposta una raccolta fondi per l’alluvione dell’Emilia Romagna, si è articolato tra l’intervento di Pino Apicella, responsabile della locale nuova sezione e molti altri dei partecipanti tra cui Mimmo Lucano, il sindaco combattente della Libertà e dei diritti umani, insignito proprio da Carla Nespolo a Torino della tessera onoraria Anpi. Un altro tassello, dunque, che arriva dal paese dell’accoglienza e che va a incastrarsi in una rete antifascista, quella dell’Anpi, per cui la speranza è che si infittisca sempre più. “Bisogna vedere e non guardare in aria...il grembo da cui nacque è ancora fecondo”. Così ammoniva l’umanità intera Bertolt Brecht. In Italia, come in molte altre parti d’Europa e del mondo, questo monito è stato ignorato ed eccoci a prenderne atto. Purtroppo non si potrà contare all’infinito della viva testimonianza dei protagonisti partigiani, e allora è il momento di trovare soluzioni che consegnino questo bagaglio di valori e principi antifascisti alle nuove generazioni affinché lo si custodisca e lo si usi come strumento per rendere sterile il grembo che ha generato il mostro.

Pasquale Aiello

2079