">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Stefano Gugliotta

Stefano Gugliotta

(11 Maggio 2010) Enzo Apicella
Dopo che le tv hanno trasmesso il video di Stefano Gugliotta che viene pestato immotivatamente dalla polizia e poi arrestato per "resistenza a pubblico ufficiale", il capo della polizia Manganelli "dispone una ispezione".

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

Torpignattara scende in piazza a sostegno di Bachcu

(27 Maggio 2024)

bachcu portavoce

A Torpignattara, zona tra le più multietniche della Capitale, si è svolto ieri un presidio assemblea/incontro indetto dall'Associazione Dhuumcatu.

Un incontro di Bengalesi ed italiani solidali con Bachcu, protagonista - nel corso degli anni - di tante battaglie per i diritti degli immigrati e non solo. Questi, arrestato il 24 aprile scorso sulla base di accuse infondate, da pochi giorni è passato dal carcere ai domiciliari. L'operazione repressiva che lo ha colpito è frutto della logica securitaria che distingue la fase odierna. Un intero quartiere, però, respinge la persecuzione con cui si sta tentando di chiudergli la bocca.

Del resto, il suo attivismo solidale e antirazzista è pienamente riconosciuto in tutta la città. Al microfono aperto si sono quindi succedute diverse testimonianze solidali, volte a sottolineare il suo grande contributo nelle battaglie per ottenere dignità, documenti, case e lavoro per tutte e tutti. Per gli immigrati come per gli italiani che ne hanno bisogno.
Ciò, in quella prospettiva di unità di classe che turba i sonni del padronato e dei difensori dell'ordine costituito.

Poiché l'assemblea era molto partecipata, di comune accordo si è poi deciso di svolgere un corteo. Tale momento di mobilitazione ha reso ancor più evidente la base di massa del sostegno a Bachcu, organizzatore e protagonista di mille iniziative a difesa dei bisogni delle masse popolari.

Oggi più che mai, vanno contrastate quelle attività repressive che servono in primo luogo al padronato, desideroso di non incontrare ostacoli nella sua tendenza allo sfruttamento illimitato.

Il corteo, vivace e molto colorato, ha quindi attraversato il quartiere, ribadendo che la sola, vera "colpa" di Bachcu è quella di essersi sempre opposto all'egoismo sociale e alla barbarie capitalistica, praticando senza compromessi un antirazzismo conseguente.
Insomma chi, con una feroce operazione repressiva, pensava di ammutolire le realtà di proletari immigrati e italiani in lotta, deve riconoscere di aver fatto male i suoi calcoli.
Ieri la solidarietà internazionalista è tornata a farsi sentire, rivendicando la limpida storia di lotta di Bachcu. Alla fine, né le persecuzioni giudiziarie né il ferreo controllo borghese sui media riusciranno a oscurarne la voce.

Enrico Biso

1425